; Skip to content

Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
credito. In questo modo assistiamo ad attacchi combinati: da un lato, l' hacker può leggere direttamente le informazioni registrate sul sito violato; dall'altro, il sofware di scripting risale alla fonte di queste informazioni, ossia prende visione dei file memorizzati nei computer connessi al sito. Altre modalità di intrusione nei sistemi informatici sono caratterizzate dall'induzione in errore del titolare del codice d'accesso, grazie al “dirottamento” vero e proprio dei comandi impartiti dall'utente legittimo. Queste condotte sono piuttosto difficili da qualificare sotto un'unica fattispecie incriminatrice, constando al contempo in un accesso abusivo e in un'intercettazione telematica illecita. Per quanto riguarda il “dirottamento” dei comandi (cd. spoofing ), esso altera i meccanismi che associano le istruzioni digitate sulla tastiera alle operazioni compiute dal computer: ad esempio, un determinato indirizzo Web conduce, invece che al sito Internet desiderato, a uno falso, creato per richiedere informazioni personali alla vittima ( web spoofing) . Ancora più sofisticati sono i metodi di IP spoofing , DNS spoofing e HTTP spoofing, i quali si basano sulla clonazione delle credenziali d'accesso di un computer a una rete aperta (come Internet) o chiusa, qualora metta in condivisione un numero determinato di dispositivi. Volendo schematizzare il funzionamento di questi accessi abusivi assai complessi sotto il profilo tecnico, l' hacker si intromette nella connessione tra il singolo computer e il computer server, che, una volta riconosciuto l'utente, lo collegherà alla rete: grazie a questa intrusione il soggetto estraneo riesce a farsi autorizzare dal server e ad accedere a tutti gli archivi condivisi in via telematica, senza nemmeno dover violare le misure di protezione del computer “dirottato”, bensì sostituendosi ad esso nella navigazione. 2. Programmi dannosi e sabotaggi informatici Gli accessi non autorizzati nelle memorie elettroniche sono senza dubbio molto frequenti, ma non rappresentano la minaccia più grave alla sicurezza dei sistemi informatici; la maggior preoccupazione degli utenti di computer, invero, è di evitare i virus e gli altri programmi dannosi 24 . La difusione di sofware pericolosi assume rilevanza penale autonoma, a prescindere dal verificarsi di un danno al sistema informatico, in forza dell'art. 615 quinquies c.p., introdotto dalla legge n. 547 del 1993; pertanto, non si può comprendere l'oggetto materiale delle condotte incriminate senza prima fare chiarezza sui concetti di programma dannoso e di virus. I programmi dannosi sono meglio noti sotto il nome di malware, una contrazione di malicious sofware, che possiamo tradurre alla lettera come sofware “maligni”. I malware rappresentano una categoria ampia, che racchiude una molteplicità di programmi aventi efetti negativi sul normale funzionamento di un sistema informatico 25 . Il tipo di malware più noto è senza dubbio il virus, al punto che impropriamente per virus si 24 Dati Symantec, reperibili nell' Internet Security Threat Report 2010 (Relazione sui rischi per la sicurezza in Internet) all'indirizzo: http://www.symantec.com/business/threatreport/index.jsp 25 SALVADORI I., Hacking, cracking e nuove forme di attacco ai sistemi d’informazione. Profili di diritto penale e prospettive de jure condendo, in Ciber. Dir., 2008, n. 9, p. 348; 14
Anteprima della tesi: Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale., Pagina 10

Preview dalla tesi:

Cybercrime. Analisi empirica e normativa dei reati informatici. La cooperazione internazionale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Spinosa
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Scuola Sup. di Studi Univ. e Perfezionamento S.Anna di Pisa
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Tullio Padovani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

intercettazione online
skimming
identity theft
dos
spam
frodi elettroniche
convenzione di budapest
danneggiamento informatico
cybercrime
accesso abusivo
legge 48 2008
internet provider
cybercrimes
phishing
legge 547 1993
cracker
ddos
computer forensic
computer crimes
reati informatici
enisa
hacker
cooperazione internazionale
decisione quadro 2005

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi