; Skip to content

I libri dietro la quarta. Ruoli e forme della quarta di copertina

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Da strumento telegraficamente informativo (con valenza bibliograficamente individualizzante) sulle peculiarità essenziali della pubblicazione (autore e titolo), [e con una possibile] sussidiaria funzione di sovraccoperta protettiva, a fondamentale mezzo di pubblicità, proiettato non soltanto a sintetizzare il contenuto e i molteplici corredi dell’edizione ma soprattutto ad esaltare i meriti e l’originalità della neo-iniziativa 16 . Lo scenario editoriale (se è già permesso chiamarlo così) sembra allora essere molto cambiato dagli esordi della stampa. Le suddette formule hanno senso perchØ inserite in un contesto storico dove il libro non è piø prodotto principalmente su ordinazione, rispondente quindi solo alla domanda, ma che deve trovare il suo acquirente. Chi produce e vende libri deve creare un mercato per il suo prodotto e per il suo nome. L’editore-libraio esce dall’anonimato e imprime il proprio marchio sui prodotti della sua bottega, non piø alla fine del testo, ma sul frontespizio, a mo’ di garanzia 17 . Nel settore si sta sviluppando una certa concorrenzialità che porta all’affermazione di nomi come Manuzio e Giolito (le marche tipografiche piø copiate) e alla necessità di trovare committenze, privilegi e investiture ufficiali per ovviare problemi burocratici e di censura. Anche le indicazioni di questo tipo trovano posto sul frontespizio, per via della loro capacità di attirare l’acquirente. Non a caso è proprio in questo periodo che altri elementi paratestuali come gli avvisi al lettore, le dediche e i componimenti encomiastici trovano sempre piø posto all’interno delle pubblicazioni con richiami anche sul frontespizio. Un po’ come avviene oggi con i libri che vengono arricchiti da introduzioni, prefazioni e postfazioni, magari di qualche firma importante e il loro nome viene riportato in copertina e in quarta di copertina. Nella seconda metà del XVI secolo si cerca di mettere in risalto alcuni elementi del frontespizio – come il nome dell’autore, il titolo dell’opera o il dedicatario – attraverso l’uso di diversi colori. In piø, oltre alla marca, si possono trovare dei ritratti (dell’autore, del dedicatario) o delle decorazioni in xilografia. Nel secolo del Barocco il frontespizio si fa ridondante e nelle pubblicazioni prestigiose può sdoppiarsi in un’antiporta, ovvero una pagina che precede il frontespizio che solitamente è arricchita da un’incisione in rame. Quest’ulteriore abbellimento è in linea con l’estetica barocca e si affianca alle altre tipologie di frontespizio che recano nome dell’autore e dell’opera e una illustrazione, destinati a un pubblico popolare. In questo periodo il libro diventa un oggetto-prodotto per la cui produzione si pone sempre piø l’attenzione sugli aspetti non solo testuali ma anche grafici e paratestuali. Il Seicento è inoltre il secolo in cui progressivamente la figura del tipografo-stampatore assume una certa autonomia da quella del libraio. E il 16 Marco Santoro, Storia del libro italiano, op. cit., p. 141. 17 La marca è nata come «segno che librai e stampatori tracciavano, per comodità dei trasportatori, sulle balle dei libri spediti ai clienti [e progressivamente diventa] una vera illustrazione pubblicitaria, destinata non solo ad indicare l’origine del libro, ma anche ad ornamentarlo e ad affermarne la qualità». Cfr. Lucien Febvre, Henri-Jean Martin, La nascita del libro, op. cit., p. 90.
Anteprima della tesi: I libri dietro la quarta. Ruoli e forme della quarta di copertina, Pagina 12

Preview dalla tesi:

I libri dietro la quarta. Ruoli e forme della quarta di copertina

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Mercanti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Editoria e Scrittura
  Relatore: Nicola Antonio Attadio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 195

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

e-commerce
editoria
marketing mix
marketing editoriale
paratesto
quarta di copertina
grafica editoriale
editoria digitale
risvolti o bandelle
libreria on-line
e-commerce librario
editoria 2.0
fascetta libro
blog letterari
copertina libro
cliente libreria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi