; Skip to content

Il coinvolgimento della Cia e degli ulteriori attori nella guerra per procura anti-Urss in Afghanistan

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Nel 1964 una costituzione di stampo liberale promossa dal re Zahir Shah aveva dato vita a un regime parlamentare ed erano nati molti partiti. Nur Mohammed Taraki (nome in codice Nur) divenne agente del Movimento Internazionale dei Comunisti e Lavoratori (movimento che contava molti agenti del K.G.B.) nel 1951 ed era in contatto con i seguenti agenti operativi nella Residency di Kabul: Sagadiev, Kozlov, Fedoseev, Spiridonov, Kostromin, Kosyrev e Petrov 3 . Un altro agente era Babrak Karmal (nome in codice “Marid”). Insieme a “ Makhmui, Akbar e Khuma” stabilì un gruppo con altri comunisti chiamato Parcham (bandiera) nel 1957. Alla fine del 1962 Babrak e Taraki divennero personalità conosciute. Taraki insieme ad Hafizullah Amin fondò un gruppo marxista chiamato Khalq (popolo). Il Parcham aveva sostenitori soprattutto tra i giovani delle elite urbane di lingua persiana, il Khalq tra una popolazione rurale di umili origini e in particolare tra i pashtun. Ai margini restavano piccoli gruppi estremisti, come i maoisti e il gruppo laico del Sholah e Javed (fiamma eterna) che riuniva popolazioni non pashtun di religione sciita (la popolazione era per 2/3 sunnita) e altri scontenti della svolta a sinistra della monarchia costituzionale di Zahir Shah. I due gruppi principali in seguito si unirono e nel 1965 diventarono il Partito Democratico del Popolo dell‟Afghanistan (P.D.P.A.). Taraki e Karmal non potevano lavorare assieme: Karmal accusava Taraki di prendere tangenti, avere contatti con gli americani e possedere 400.000 afghani 4 depositati in una banca pashtun. Il K.G.B. difendeva Taraki così come aveva fatto in precedenza con Karmal. Lo vedeva positivamente e lo considerava un sincero e vero amico dell‟U.R.S.S. che cooperava coscienziosamente e osservava il segreto, ma come persona era contraddittorio. Babrak provò tattiche più flessibili nelle mansioni pratiche del P.D.P.A. ma Taraki gli fece capire che dietro il suo operato c‟era Mosca e insistette nella sua linea d‟azione. Fin dalla sua nascita il P.D.P.A. stava diffondendo le idee del marxismo leninismo in Afghanistan. Il 7 ottobre del 1972 Taraki avvertì il K.G.B. che Daoud stava pianificando un colpo di stato e fece pressioni ai sovietici affinché la maggioranza dei funzionari coinvolti fossero membri del Khalq. Il K.G.B. mise i fedeli sostenitori di Taraki nei posti di comando del nuovo stato-apparato. Nel 1974 Taraki aveva ricevuto l‟anticipo abituale di 50.000 afghani, infatti era nel libro paga del K.G.B 5 . Il P.D.P.A. si dissolse in due fazioni; il K.G.B. considerò che il disaccordo era basato non su basi ideologiche o politiche ma sulla lotta per il potere e per l‟esclusivo riconoscimento dall‟U.R.S.S. 3 Il K.G.B. in Afghanistan era diviso in due principali unità: the Residency i cui membri lavoravano all‟interno dell‟ambasciata sovietica e the Representatives che era composta dai funzionari del K.G.B. mandati ad assistere il governo afgano in varie funzioni connesse con la sicurezza, la copertura di operazioni, il sabotaggio, l‟intelligence ed i prigionieri; 4 Valuta dell‟Afghanistan;
Anteprima della tesi: Il coinvolgimento della Cia e degli ulteriori attori nella guerra per procura anti-Urss in Afghanistan, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Il coinvolgimento della Cia e degli ulteriori attori nella guerra per procura anti-Urss in Afghanistan

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Armenio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche
  Relatore: Pietro Neglie
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

stati uniti
iran
unione sovietica
egitto
afghanistan
osama bin laden
cia
carter
pashtun
gorbaciov
breznev
kgb
golfo persico
mujahiddin
isi pakistana
zia al haq
mi-6
ahmed sha massoud
tagiki
hekmatyar
stinger

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi