; Skip to content

Il processo di concentrazione bancaria in Italia. Il caso Antonveneta

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Una caratteristica apparentemente contraddittoria con il processo di concentrazione è la dinamica degli sportelli. 1994 205 16.169 95 3.938 643 2.254 45 70 988 22431 1995 197 16.716 96 4.239 619 2.379 52 78 964 23412 1996 209 17.610 80 4.163 591 2.530 51 75 931 24378 1997 222 18.124 69 4.357 583 2.659 55 82 929 25222 1998 243 19.127 56 4.275 563 2.772 59 84 921 26258 1999 239 19.978 49 4.205 531 2.862 57 89 876 27134 2000 240 20.338 44 4.789 499 2.951 58 99 841 28177 2001 252 21081 44 5036 474 3044 60 109 830 29270 2002 253 22.924 40 3.704 461 3.192 60 106 814 29926 2003 244 23.617 38 3.471 445 3.323 61 91 788 30502 Fonte: Banca d'Italia N° banche N° SportelliN° banche Banche Popolari Banche di credito cooperativo N° banche N° Sportelli Sportelli operativi per categoria di banche N° Sportelli N° banche N° Sportelli TOTALE N° banche N° Sportelli Succursali banche estere Banche S.p.a Le aggregazioni dovrebbero portare alla riduzione delle filiali per effetto della chiusura di quelle che duplicano la presenza territoriale a seguito dell’unione di più banche. Nel nostro sistema l’attesa contrazione non si è verificata a causa di diversi motivi. Il primo e più rilevante è il determinarsi di esuberi di personale in occasione delle fusioni; le banche hanno preferito potenziare la rete distributiva, o almeno di non ridurla, per poter comunque impiegare convenientemente le risorse umane disponibili. Una seconda ragione risiede nel ritardo che si era accumulato nel processo di crescita della rete distributiva delle banche italiane. La liberalizzazione degli sportelli risale solo al 1990 e da allora le nostre istituzioni creditizie hanno intrapreso una fase di accrescimento della presenza territoriale soprattutto come politica di presidio del territorio. 1.3 Il processo di privatizzazione in Italia Nel trascorso decennio, i cambiamenti nella struttura proprietaria del sistema bancario italiano sono, essenzialmente, imputabili alla dismissione della proprietà statale. Fino ai primi anni Novanta, lo Stato italiano ha detenuto direttamente o tramite l’Iri – la maggioranza assoluta nella Banca commerciale, nel Credito italiano, oltre che nella Bnl e nell’Imi; inoltre, ha mantenuto un peso indiretto ma rilevante nell’azionariato di Mediobanca e nella Banca di Roma. Lo stato ha esercitato poteri di nomina degli amministratori in gran 11
Anteprima della tesi: Il processo di concentrazione bancaria in Italia. Il caso Antonveneta, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Il processo di concentrazione bancaria in Italia. Il caso Antonveneta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Vitiello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
  Corso: Amministrazione, Finanza e Controllo
  Relatore: Maurizio Lombardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 89

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acquisizioni
banca
banche
fusioni
m&a
metodi valutativi
processo di concentrazione
valutazione di azienda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi