; Skip to content

Le parafilie nello spettro ossessivo-compulsivo: analisi di alcuni casi clinici e proposte di trattamento

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5di stimoli interni od esterni. La terza è data dal costante fallimento di ogni tentativo di controllo volontario sull’iteratività ossessiva (Akhtar 1975; Dowson 1977). La patofisiologia del DOC: dati biochimici. La funzionalità del sistema serotoninergico sembra essere alterata in maniera particolare tanto che l’opinione attuale è che il DOC sia fondamentalmente l’espressione di una anomala regolazione di questo sistema. A queste conclusioni si è giunti dopo avere osservato come nel DOC vi sia una diminuzione dei livelli di serotonina plasmatici ed un aumento dei livelli liquorali del suo metabolita 5-idrossiindoloacetico (5-HIAA) (Hanna 1991). E come i sintomi traggano beneficio dalla somministrazione degli inibitori selettivi del reuptake della serotonina, mentre peggiorino con antagonisti della serotonina stessa (Insel 1990). La patofisiologia del DOC: dati morfologici e funzionali. Con la strumentisitica attualmente a disposizione, sono stati fatti vari studi in pazienti affetti da DOC per cogliere eventuali anomalie cerebrali, morfologiche o funzionali. Per le prime sono state usate la Tomografia Assiale Computerizzata (TAC) e la Risonanza Magnetica Nucleare (RMN). Ma i risultati ottenuti non sono stati univoci e significativi. (Stein 1994, Jenike 1996). Per le seconde la Tomografia a Emissione Singola di Positroni (SPECT) e la Tomografia a Emissione di Positroni (PET). Qui nei pazienti affetti da DOC è stato rilevato un aumento del metabolismo nei nuclei della base, filogeneticamente più antichi, e nella corteccia limbica, filogeneticamente più recente (Mc Gurie 1994; Perani 1995). Secondo le più recenti concezioni neurologiche i nuclei della base, più che costituire il fulcro del sistema motorio extrapiramidale, rappresenterebbero un importante centro di memorizzazione di schemi comportamentali automatici che possono essere attivati e poi estinti sulla base di stimoli esterni o di comandi dalle strutture cerebrali superiori. Lo studio approfondito dei nuclei della base è opera di Mc Lean (1995, 1990) che è partito dal comportamento dei rettili ove ha notato che questa parte del cervello è coinvolta nella regolazione di comportamenti routinari e ripetitivi e della comunicazione non verbale. I sintomi ossessivo compulsivi sono sempre dello stesso tipo, indipendentemente dall’età e dalla cultura, come se originassero filogeneticamente da un sistema molto antico il cui funzionamento è destinato all’organizzazione di comportamenti innati e soprattutto abituali. La fase successiva, nello sviluppo filogenetico del cervello, è caratterizzata dalla comparsa di alcune strutture, tipiche dei primi mammiferi, che permettono all’animale di manifestare un repertorio comportamentale più ampio e potenziare le probabilità di sopravvivenza sia individuale che della specie. Queste strutture vengono denominate sistema limbico o cervello limbico. Anatomicamente sono costituite da una serie di aree corticali, di nuclei sottocorticali e di strutture di connessione tra queste aree. Le funzioni del cervello limbico sono essenzialmente quelle di generare, coordinare e organizzare una serie di comportamenti che vengono usualmente definiti come “emozionalmente motivati”: per questo il sistema limbico è stato anche definito come “il cervello emozionale” (Pancheri 1998).
Anteprima della tesi: Le parafilie nello spettro ossessivo-compulsivo: analisi di alcuni casi clinici e proposte di trattamento, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Le parafilie nello spettro ossessivo-compulsivo: analisi di alcuni casi clinici e proposte di trattamento

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Sanzovo
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Psicologia Clinica
Anno: 2001
Docente/Relatore: Paolo Santonastaso
Istituito da: Università degli Studi di Padova
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cura parafilie
parafilie
psicoligia clinica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi