; Skip to content

Risparmio energetico nell'edilizia residenziale: materiali e tecnologie

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I – Lo sviluppo sostenibile e le costruzioni 13 non richiedono l’uso di sostanze chimiche, ottimi per l’isolamento acustico da calpestio nella realizzazione dei pavimenti galleggianti, hanno però il difetto di essere scarsamente resistenti al fuoco [7] [8]. Le piante di lino vengono trattate per estrarre le fibre che poi vengono divise in fibre lunghe, destinate a usi tessili, e fibre corte, destinate alla produzione del materiale isolante. Per la produzione dei pannelli le fibre vengono impregante con sali di boro e, in alcuni casi, addizionate con un supporto di fibra in poliestere. I pannelli morbidi vengono utilizzati per isolare termicamente ed acusticamente intercapedini di strutture lignee, cappotti interni, cappotti esterni ventilati, coperture ventilate, pareti divisorie e solai. I pannelli rigidi vengono utilizzati per l’isolamento acustico di solai galleggianti [8] [9]. La lana di pecora La lana è ottenuta dalla tosatura annuale delle pecore, viene lavata con soda per rimuovere il grasso ed eventuali impurità e poi cardata e sottoposta ad agugliatura, per creare feltri, rotoli e pannelli della densità desiderata. Grazie alla sua particolare microstruttura, la lana di pecora si propone come ottima e naturale alternativa alle fibre minerali per l'isolamento termico ed acustico di pareti e coperture con strutture in legno, in cappotti interni ed esterni ventilati. Oltre alle doti di coibenza e traspirabilità la lana ha grandi doti di igroscopicità, è cioè in grado di assorbire acqua fino ai 33% del suo peso senza apparire umida e di cedere lentamente l'acqua assorbita, svolgendo quindi in modo ottimale il compito di equilibrare l'umidità relativa dell'aria, ed è inoltre molto resistente al fuoco [W9] [8] [9]. L’argilla espansa Argille selezionate vengono fatte stagionare per diversi mesi, macinate, mescolate e formate in granuli di argilla, cotti poi in forni a temperature crescenti, dipendenti dalla tipologia dell’argilla, fino quasi alla fusione, punto in cui inizia il processo di espansione all’interno dei granuli vetrificati. I granuli così espansi vengono poi raffreddati per ventilazione: essi presentano buona inerzia termica e resistenza alla compressione, essendo vetrificati, in più sono chimicamente inerti e stabili nel tempo, immarcescibili e resistenti all’umidità. L’argilla espansa viene applicata in granuli sfusi in intercapedini di pareti, coperture e sottofondi di pavimenti. Viene aggiunta come inerte nella realizzazione di intonaci resistenti al fuoco e di blocchi in calcestruzzo alleggerito [8] [9].
Anteprima della tesi: Risparmio energetico nell'edilizia residenziale: materiali e tecnologie, Pagina 12

Preview dalla tesi:

Risparmio energetico nell'edilizia residenziale: materiali e tecnologie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Barbara Piancastelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile
  Relatore: Franco Sandrolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

certificazione energetica
d.lgs. 192/2005
d.lgs. 311/2006
edifici passivi
edilizia residenziale
efficienza energetica
energia
energia eolica
energia geotermica
energia idroelettrica
eroei
fonti energetiche alternativo
ingegneria edile
lca
life cycle assesment
passive buildings
rendimento energetico
ridparmio energetico
ritorno energetico sull'investimento energetico
solare fotovoltaico
solare termico
sostenibilità
sviluppo sostenibile
zero energy buildings

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi