; Skip to content

Schermi incrociati. Hollywood nelle opere di Douglas Gordon, Pierre Huyghe e Candice Breitz

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 del film da 109 minuti a 24 ore. L’intervento “tecnico” è minimo, come sintetizza Philip Monk nel suo Double-Cross, una delle letture più ampie dell’intera produzione video di Gordon: “[...] he took a commercially available VHS tape of Hitchcock’s film and played it through a deck that had the capability to slow play extremely” 7 . Che esista una chiara connessione tra l’operazione di Gordon su Psyco e la diffusione del supporto VHS, uno dei simboli del consumo culturale degli anni ’80 e strumento fondamentale nei primi tentativi di appropriazione sul cinema che accomuna la ricerca dell’artista scozzese con quella di Candice Breitz, viene confermato dalle parole dell’artista: “I was back home, it was Christmas Eve, the pubs were closed, my friends weren’t around, I’m not used to going to bed very early. There was nothing on television, my family were all asleep. I remember lying upstairs in my wee brother’s bedroom, just playing about with the video recorder and whatever tapes that he happened to have… he had a tape lying about and it was Psycho and when I saw it I thought ‘Wow, Five Minute Psycho, that would be really brilliant!’ So I tried to watch Psycho really fast and it was fair enough, and then I started just doing the opposite […] the more I watched in slow motion, the more I realised how interesting this could be”. 8 L’installazione è composta da uno schermo di 3 metri di altezza e 4 di larghezza semi-trasparente, che consente quindi la visione sia di fronte che sul retro, sospeso da due cavi d'acciaio al centro della buia sala espositiva (“hovering in space like a knife blade” 9 ). La proiezione avviene in un contesto che non ha più nulla a che fare né con l'ambiente di una qualsiasi sala di proiezione cinematografica, né con gli altri classici luoghi di fruizione di un film. Lo spettatore si trova a dover affrontare la visione di uno dei thriller più conosciuti al mondo frammentato in una serie di fotogrammi, che nel completo silenzio si susseguono con ritmo estenuante. Jean Michel-Royoux fa notare l’importanza della scelta del film Psyco nell’operazione di Gordon: “The fact that Gordon used Psycho - a film famous for illustrating a specifically cinematographic definition of linear narrative, in wich the whole point of the construction is to create and maintain an atmosphere of tension directed towards something - to transfer cinematographic narrative into the exhibition space, thereby disorienting any sense of direction right from the outset, is no coincidence” 10 . Con 24 Hour Psycho Gordon dimostra quindi una forte consapevolezza nei confronti del linguaggio 7 Monk 2003, pag.59 8 cit. in Brown 2004, pag. 24 9 Monk 2003, pag. 61 10 Royoux, Jean-Christophe, 24 Hour Psycho, Douglas Gordon, 1993 in Bloemheuvel, Guldemond (1999)
Anteprima della tesi: Schermi incrociati. Hollywood nelle opere di Douglas Gordon, Pierre Huyghe e Candice Breitz, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Schermi incrociati. Hollywood nelle opere di Douglas Gordon, Pierre Huyghe e Candice Breitz

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Battista Cunico
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università IUAV di Venezia
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Agnes Kohlmeyer
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

24 hour psycho
arte
arte contemporanea
candice breitz
cinema
douglas gordon
estetica relazionale
hollywood
mother+father
pierre huyghe
the third memory
video arte
video installazione
videoart
videoarte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi