; Skip to content

Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Richard Wagner; a ben vedere, tuttavia, già propriamente nell’indicazione del Faustus quale opera della senilità o “Parsifal” 22 e, al contempo, come imitazione narrativa della “konstruktive Musik”, con l’indicazione affine di Adrian Leverkühn in termini di artista anti-wagneriano, si riscontra un’ambiguità interpretativa, che rimane irrisolta sino alle ultime pagine dell’intreccio faustiano. In che modo, quindi, si può considerare il tentativo di Thomas Mann di oltrepassare quella cultura che ha visto “der Gipfel der Romantik” 23 in opere come Lohengrin, all’epoca in cui all’arte, adornianamente, non rimane che il silenzio dopo Auschwitz? Allo scopo di raffigurare Leverkühn quale “Tonsetzer” contemporaneo, valicatore di una musica romantica ancora legata alla tonalità e creatore di forme artistiche contrapposte al grande teatro wagneriano, Mann si avvale di molteplici espedienti nell’intreccio, fra cui, in primo luogo, della scarsità di riferimenti all’operato di Wagner, a cui si contrappongono ben più nettamente altri rappresentanti della musica tedesca, innanzitutto Beethoven, ma anche Bach e Brahms; in secondo luogo, quando vi sono menzioni al repertorio del compositore lipsiense, la modalità di contestualizzazione delle stesse è posta a livello critico, con la preferenza che si attribuisce, per esempio, alla letteratura pianistica di Chopin. In questo modo, sebbene lo sviluppo del magistero rührende und große Bedeutsamkeiten, wie eben nur diese Kunst sie gewährt.“, Th. Mann, Leiden und Größe Richard Wagners, in (hrsg.) H. R. Vaget, Im Schatten Wagners, Fischer 2005, p. 96. 22 Il riferimento al Parsifal, spiega Mann, va interpretato sulla base del parallelismo che l’autore instaura fra sØ e il modus operandi di Wagner: il romanzo faustiano è infatti l’opera della senilità, il cui progetto si scopre latente fin dai primi anni monacensi. Pare infatti che il Faustus fosse stato incubato nella mente dello scrittore almeno intorno al 1910, successivamente alle bozze per Maja e Die Geliebten (1901), come viene riportato in una lettera a Klaus Mann (27.04.1943), dove si menziona per la prima volta l’esplicito intento di relazionarsi con la saga faustiana in chiave contemporanea. Allo stesso modo, afferma il lubecchese, Wagner aveva concepito una chiara idea dello sviluppo conclusivo del suo operato fin dalle prime opere romantiche, non ancora “Drama”, e il Parsifal terrà occupato il compositore, in effetti, fino agli inizi degli anni ’80 del XIX° secolo. S’impone qui d unque il confronto: „Diese vierziger Jahre, in deren Mitte er zweiunddreißig Jahre alt wird, bringen eigentlich vom Holländer bis zum Parsifal den ganzen Arbeitsplan seines Lebens geschlossen zusammen […]“ e „Der Vergleich mit Parsifal und dessen Verhältnis zu allem Vorhergehenden drängt sich mir immer wieder auf. Nie hat mich, dabei bleibt es, eine Arbeit so erregt und bewegt.“; nella lettera a Klaus: „Es wird mein Parsifal. So war es schon 1910 gedacht, als der politische Einschlag noch vorwegnehmender und verdienstlicher war.“ Cfr. Th. Mann, Leiden und Größe Richard Wagners, in (hrsg.) H. R. Vaget, Im Schatten Wagners, Fischer 2005, p. 108; nota del 23.11.1946 in Tagebücher 28.5.1946-31.12.1948, Fischer 1989, pp. 67, 482-483 e lettera a Klaus Mann del 27.04.1943, cit. in ibid., p. 483; Th. Mann, Die Entstehung des Doktor Faustus, Fischer 1960, p. 17; GKFA 10.2, pp. 12-13. 23 Nell’intervista concessa da Mann all’emittente Süddeutscher Rundfunk nel luglio 1954, dal titolo Mein Wunschkonzert, viene inserito al primo posto il preludio del Lohengrin, che l’autore aveva ascoltato per la prima volta nel teatro della sua città natale; il pezzo viene definito nei seguenti termini: „Es ist ein herrliches Stück, der Gipfel der Romantik, möchte ich sagen.” Cfr. Th. Mann, Mein Wunschkonzert, in (hrsg.) H. R. Vaget, Im Schatten Wagners, Fischer 2005, p. 230.
Anteprima della tesi: Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg, Pagina 11

Preview dalla tesi:

Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Savietto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Marco Rispoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 319

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

thomas mann
dodecafonia
doktor faustus
t. w. adorno
a. schoenberg
romanzo dell'esilio
r. wagner

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi