; Skip to content

Tommaso Landolfi. La pietra lunare

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1 1.1. Profilo di Tommaso Landolfi Se si considera il fatto che tutta l’opera landolfiana, al di là dell’ormai canonica suddivisione in due fasi antitetiche operata dai primi esegeti 1 , esibisce come costante fin da Maria Giuseppa il fitto intrecciarsi di mitopoiesi ed istanze autobiografiche, non può stupire che uno scrittore come Landolfi, in perenne lotta con la realtà, abbia voluto ammantare la sua vita dell’alone indistinto della letterarietà. Carlo Bo, suo sodale e sostenitore entusiasta, riporta il perentorio parere di Eugenio Montale, il quale «diceva che Landolfi era diventato il personaggio di se stesso, uno dei suoi personaggi» 2 : ma, in un complesso gioco di specchi tra finzione e realtà, Renato di Pescogianturco Longino, Ottavio di Saint-Vincent, Landolfo VI di Benevento e quasi ogni altro protagonista della narrativa landolfiana sono a loro volta plasmati sullo stampo dell’uomo e si nutrono della stessa materia splenetica e saturnina cui indulgeva il loro artefice nel tratteggiare la propria maschera di aristocratico e tenebroso maudit. Quale sia poi la misura di veridicità da attribuire a questa compatta teoria di alter ego letterari è stata questione a lungo dibattuta e spesso motivo di giudizi poco lusinghieri 3 , ma sembra ormai appurata l’autenticità del nucleo di fondo che innerva e sorregge le acrobazie finzionali e le pratiche di camuffamento dello scrittore. In Landolfi si scorgono insomma i segni di un’impostura onesta e mendace allo stesso tempo: la letteratura come menzogna di secondo grado, che adopera «maschere attraverso le quali lo scrittore finisce con lo svelare se stesso in modo paradossalmente sincero» 4 . Nel saggio che chiude la raccolta antologica da lui curata, Italo Calvino traccia le ascendenze del personaggio Landolfi riconducendolo al modello del dandy di fine Ottocento alla Des Esseintes, caricato però «in direzione autoironica e depressiva» 5 , il che lo distinguerebbe a un primo sguardo dalle pose superomistiche tipiche di D’Annunzio, uno degli innumerevoli autori accostatigli dalla 1 Tra cui spicca E. Sanguineti, Tommaso Landolfi, in Letteratura italiana. I contemporanei, II, Marzorati, Milano 1963, pp. 1527-1539. L’antitesi, si vedrà, è stata ampiamente smussata dalla critica più recente. 2 C. Bo, La scommessa di Landolfi, prefazione a T. Landolfi, Opere I (1937-1959), Rizzoli, Milano 1991, pp. VII-XVII, qui p. XIV. 3 Si passa dall’etichetta di «scrittore d’ingegno» coniata al suo esordio (P. Pancrazi, Tommaso Landolfi scrittore d’ingegno [1937], in Id., Ragguagli di Parnaso. Dal Carducci agli scrittori d’oggi, III, Ricciardi, Milano-Napoli 1967, pp. 122-126, qui p. 123) alla diffusa taccia di manierismo fine a se stesso, fino al celebre ripensamento di Gianfranco Contini, che dalle lodi tributategli nell’antologia Italie magique del 1946 giunse poi a bollarlo, con clamoroso equivoco, come «ottocentista eccentrico in ritardo» (G. Contini, Letteratura dell’Italia unita: 1861-1968, Sansoni, Firenze 1968, p. 931). 4 G. Giacomazzi, Il gioco ambiguo dell’esistenza delle maschere di Tommaso Landolfi, in «Otto/Novecento», n. 2, 2008, pp. 67-74, qui p. 68. L’autrice prosegue affermando: «Landolfi si confessa attraverso la finzione». 5 I. Calvino, L’esattezza e il caso, postfazione a Le più belle pagine di Tommaso Landolfi, Rizzoli, Milano 1982, pp. 415-426, qui p. 423.
Anteprima della tesi: Tommaso Landolfi. La pietra lunare, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Tommaso Landolfi. La pietra lunare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Termini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Mauro Giacomo Novelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ermetismo
fantastico
sogno
animale
surrealismo
narratologia
tommaso landolfi
reverie
todorov
la pietra lunare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi