Skip to content

Arte, Natura e Tecnologia. Dialoghi luminosi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Arte, Natura e Tecnologia. Dialoghi luminosi, Pagina 7
8 
 
Per realizzare il progetto che aveva in mente chiese la collaborazione di scienziati, 
astronomi, ingegneri e dello studio architettonico SOM di New York per allineare gli 
scavi delle gallerie con le aperture del cratere. Un lavoro plurale che ha coinvolto 
molte persone con diverse conoscenze e punti di vista nell' intento comune di creare 
un luogo in cui condividere l'esperienza della luce e della contemplazione del cielo. 
Per Turrel infatti il cielo è materia, la sua materia preferita di studio e lavoro.  
Già da bambino passava molte ore al giorno a creare tanti forellini nelle tende della 
sua cameretta imitando il cielo stellato notturno. Quando tirava le tende di giorno gli 
sembrava di portare le stelle nella sua stanza. Il concetto di "foro", di apertura verso 
il cielo, lo ha accompagnato nel suo percorso artistico, dalla creazione degli 
Skyspaces, ambienti mancanti del soffitto o di una parte di esso, fino alle grandi 
aperture del Roden Crater. 
Per Turrel il cielo è una tela dipinta da osservare attentamente per coglierne la 
bellezza delle sfumature che cambiano continuamente. Di notte poi diventa un libro 
aperto che svela le stelle e i pianeti e i misteri dell'universo. Il Sole, la luna e i pianeti 
proiettano la loro luce all'interno del vulcano e la loro immagine viene ingrandita da 
lenti di vetro posizionate in punti strategici comparendo sulle superfici al termine dei 
tunnel sotterranei che funzionano quindi come un telescopio ad occhio nudo. 
Nel vulcano sono infatti stati progettati e realizzati "sistemi di spazi, di passaggi di 
collegamento e punti panoramici che in questo luogo solitario, in un silenzio 
straordinario rotto soltanto dal vento, servono soprattutto a consentire un'intensa 
percezione della luce".
7
 
Al centro del vulcano c'è uno spazio denominato "Eye of the Crater" in cui si ha 
l'impressione che al posto del soffitto ci sia una membrana piatta trasparente che 
sigilli l'ambiente avvicinando il cielo alla testa dell'osservatore che ha la percezione 
di poterlo toccare con le proprie mani. 
Afferma l'artista: "Lo spazio del cratere è concepito per supportare e rendere 
malleabile il senso della volta celeste"7 
E ancora: "..man mano che si sale sul pendio interno verso il bordo, la volta celeste 
non è più collegata all'orlo del cratere, ma si espande verso l'orizzonte lontano. Si 
esperisce tutta l'ampiezza dello spazio quando si raggiunge la sommità del cratere."7 
Roden Crater non è ancora aperto al pubblico ma si possono provare queste 
sensazioni visitando uno dei tanti Skyspaces installati in ventidue paesi e diciassette 
stati degli Stati Uniti. 
                                                           
7
 M.Lailach, Land Art, Tashen, Koln 2007, pp. 23, 94

Preview dalla tesi:

Arte, Natura e Tecnologia. Dialoghi luminosi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sonia Spano
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Accademia delle Belle Arti di Brera
  Facoltà: Decorazione
  Corso: Dipartimento di Ari Visive - Corso di Decorazione
  Relatore: Valeria Tassinari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte e natura tecnologia luce elemento primordiale
dialogo dialoghi luminoso led luce artificiale
james turrel skyspace roden crater sight unseen
robert irwin janet echelman walter de maria
colori percezione rothko fontana infinito spazio
immateriale yves klein immersione ettore spalletti
spiritualità anish kapoor neon dan flavin chiesa r
ecosostenibile olafur eliasson grow daan roosegaar
ice watch capri sensibilizzazione ambientale
orologio climatico neri oxman aguahoja inquinament

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi