Skip to content

Criteri di scelta per l'applicazione di sistemi di recupero e uso delle acque piovane e grigie in diverse tipologie edilizie

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Criteri di scelta per l'applicazione di sistemi di recupero e uso delle acque piovane e grigie in diverse tipologie edilizie, Pagina 2
CAPITOLO 1 INTRODUZIONE 
1 
 
1. INTRODUZIONE 
1.1 Premessa 
Quello dell‘acqua è un tema estremamente attuale, in un momento in cui la 
situazione ambientale ed ecologica del nostro pianeta, sempre più critica e carica di 
incognite, è al centro dell‘attenzione mondiale. L‘acqua è uno degli elementi 
indispensabili affinché ad ognuno sia assicurato il diritto umano universale ―a un tenore 
di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia” (art. 
25, Dichiarazione universale dei diritti dell‘uomo). 
Un approccio di tipo economico ad un bene fondamentale come l‘acqua, non 
sempre risulta esser la soluzione migliore alle esigenze di milioni di persone che devono 
fare i conti ogni giorno con la mancanza di questa risorsa indispensabile. In varie parti 
del mondo, le popolazioni stanno lottando contro la privatizzazione delle risorse idriche. 
Le alternative ad una gestione da parte dei privati, si basano sul principio che l‘acqua 
deve essere pubblica  e che la responsabilità della sua gestione debba ricadere sugli 
stessi cittadini che ne fanno uso. A tale scopo sono nati il Contratto Mondiale 
dell‘Acqua e l‘AMECE ( Assemblea Mondiale degli Eletti e dei Cittadini per l‘Acqua). 
Siccità, desertificazione, carenza d‘acqua potabile per usi alimentari, ovvero 
quelli che ancora pochi decenni fa sembravano essere problemi riguardanti solo alcune 
limitate aree della Terra, caratterizzate da condizioni climatiche particolarmente 
avverse, oggi sono avvertiti con apprensione a livello globale. 
La causa della scarsità d‘acqua sono molteplici ma ravvisabili nei seguenti punti: 
 Aumento delle temperature medie e sconvolgimenti climatici; 
 Aumento della domanda; 
 Utilizzo improprio delle risorse (dovuto alla scarsa importanza spesso 
attribuitale); 
 Generale inefficienza del sistema di trasporto e distribuzione. 
 
Cosi, ogni estate si ripete la consueta litania mediatica sulla scarsità dell‘acqua e i 
telegiornali lanciano allarmi-siccità, eppure si continua ad esempio a scaricare la 
cassetta del WC con acqua potabile. Il concetto primario che è necessario comprendere 
è che l‘acqua, pur essendo una risorsa rinnovabile, esiste in una quantità non 
incrementabile che si rinnova annualmente secondo un ciclo. Alla luce di quanto 
esposto è facile capire che la disponibilità totale va assottigliandosi.  
Il rimedio esiste ed è alla portata di (quasi) tutti. L‘acqua potabile che ogni giorno 
consumiamo per usi igienici e alimentari rappresenta solo una minima parte dei nostri 
consumi. Per altri usi come il bucato, lo scarico del WC, le pulizie di casa e l‘irrigazione 
del giardino sarebbe sufficiente utilizzare acqua ―meno pregiata‖. Nella fattispecie, il 
recupero e l‘uso di acqua piovana e grigia rappresenterebbe una soluzione ideale.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Criteri di scelta per l'applicazione di sistemi di recupero e uso delle acque piovane e grigie in diverse tipologie edilizie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Lauretta
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria edile
  Relatore: Paolo Roccaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 163

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

recupero acque piovane
riutilizzo acque grigie
fattibilità economica dei sistemi di trattamento
tipologie edilizie
classificazione climatica
utenze wc elettrodomestiche uso irriguo
valutazione efficienza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi