Skip to content

Dall’alienismo alla risocializzazione: il trattamento del folle reo tra riforme parziali e criticità oggettive

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Dall’alienismo alla risocializzazione: il trattamento del folle reo tra riforme parziali e criticità oggettive, Pagina 8
prima legge per il definitivo superamento degli OPG, ancora assimilabili ai vecchi manicomi 
giudiziari. Verranno esaminati i singoli passaggi che hanno consentito, nel 2015, dopo due 
anni di proroghe, l’abbandono di tali istituti. La vera e propria riforma del sistema delle 
misure di sicurezza avverrà solo con la promulgazione della Legge n.81 del 2014, che in 
sostituzione agli OPG istituisce l’apertura di nuove strutture residenziali denominate REMS, 
proprio per indicarne la finalità, ovvero l’esecuzione delle misure di sicurezza una volta chiusi 
gli antichi istituti dediti a tali finalità. Tuttavia tale riforma non risulta esente da criticità 
applicative, la maggiore delle quali ricondotta alla mancata modifica delle parti corrispondenti 
al Codice Penale sulla disciplina di tali misure. Necessario è, infatti, riformare i principi 
cardine del nostro ordinamento, inerenti le nozioni stesse di imputabilità e pericolosità sociale, 
in funzione delle nuove elaborazioni in merito alla definizione delle infermità psichiche e del 
rinnovato concetto di responsabilità in seno al malato mentale. Verrà pertanto analizzato il più 
recente progetto di riforma del codice penale, elaborato ad opera della commissione 
parlamentare presieduta dal Dott. Pelissero, in base al quale il governo, autorizzato dalla legge 
delega n.107 del 2017 ha elaborato uno schema di decreto legge per le modifiche al Codice 
Penale e all’ordinamento penitenziario, analizzato in questa sede nelle parti inerenti le misure 
di sicurezza e la loro applicazione. Tuttavia, nel luglio del 2018 in merito all’accettazione di 
tale progetto è stato espresso un parere contrario, siamo pertanto ancora in attesa di una 
riforma che supporti concretamente quella avvenuta o, forse sarebbe meglio dire a questo 
punto avviata, dalla legge del 2014. 
 
Pertanto, nel quarto capitolo, in attesa di ulteriori modifiche, concentreremo la nostra 
attenzione sulla misura di sicurezza ad oggi riservata al folle reo non imputabile per vizio di 
mente: la REMS. Partiremo da alcuni dati indicativi per comprendere il passaggio dalla 
chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari all’apertura delle nuove struttura, utilizzando 
rilevamenti statistici per analizzare come le varie regioni italiane abbiano implementato le 
REMS nei propri territori. Ci concentreremo sugli aspetti innovativi di tale istituto, sui nuovi 
requisiti strutturali ed organizzativi che esso presenta, sulle differenze rispetto agli OPG, 
analizzando punti di forza e criticità per comprendere e ricostruire la nuova posizione assunta 
dal folle reo nell’ordinamento italiano che, alla luce di tutti i mancati tentativi passati, 
dovrebbe trovarsi in una situazione privilegiata rispetto ai detenuti folli degli altri paesi, 
essendo l’Italia la prima nazione al mondo ad aver abbandonato l’obsoleto istituto del 
manicomio giudiziario, camuffato da ospedale. Infine, nella parte conclusiva, riporteremo il 
resoconto di un’intervista effettuata con la Psicologa Francesca Cuccurullo, rappresentante 
dell’unica REMS attualmente attiva nel territorio cosentino, situata nel comune di Santa Sofia 
 
11

Preview dalla tesi:

Dall’alienismo alla risocializzazione: il trattamento del folle reo tra riforme parziali e criticità oggettive

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Samuela De Luca
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Scienze Politiche e Sociali
  Corso: Scienze delle Politiche e dei Servizi sociali
  Relatore: G. M. Patrizia  Surace
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 157

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

imputabilità
malattia mentale
penale
psichiatria
misure di sicurezza
pericolosità sociale
ospedale psichiatrico giudiziario
perizia psichiatrica
vizio di mente
rems

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi