Skip to content

Disparità di trattamento in corsia, una ricerca

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Disparità di trattamento in corsia, una ricerca, Pagina 6
 10
Accanto alla situazione lavorativa, è fondamentale, la questione abitativa: dai dati Caritas5, 
emerge per ora che 9 stranieri su 10 abitino in case in affitto, e solo l’1% abbia effettuato un 
investimento per la casa, probabilmente per gli alti costi e per le condizioni di incertezza del lavoro; 
è tuttavia un divario che lentamente va restringendosi; nell’ultimo anno sono state acquistati 
120.000 abitazioni; questo trend può essere letto come un indicatore di stabilità; il risiedere in 
affitto o in proprietà in una casa avente particolari caratteristiche6 è inoltre un requisito 
fondamentale per il ricongiungimento familiare legale. La situazione dei migranti irregolari, sotto 
questo versante è particolarmente critica: avviene spesso che a loro vengano affittati posti letto in 
locali piccoli e malsani a prezzi molto maggiori rispetto a quelli di mercato, con effetti negativi 
anche sulla salute. Le condizioni peggiori sono però quelle vissute dagli abitanti delle molte 
bidonvilles ai margini delle grandi città, senza servizi di sorta. 
Una fascia crescente della popolazione dei migranti è costituito dalle seconde generazioni7; 
secondo alcuni studiosi (Federici, Ambrosini 2005)  questo è un fenomeno che contraddistingue 
molto spesso il passaggio da migrazioni inizialmente vissute come esperienze provvisorie a 
insediamenti definitivi. 
Sono presenti almeno due problematiche di rilievo che riguardano questo fenomeno: la prima 
riguardante la famiglia e i conflitti culturali che possono svilupparsi in questi ragazzi sospesi tra due 
culture, con rischi di devianza; la seconda riguarda il mondo scolastico, potente veicolo di 
integrazione e di mobilità sociale.  
Secondo dati della Caritas, sono presenti in Italia almeno 767.060 minori stranieri (dati 2007), di cui 
quasi 460.000 nati in Italia, “stranieri solo giuridicamente”8; gli studenti stranieri hanno sfiorato le 
600.000 unità. L’incidenza media sulla popolazione nazionale di studenti è del 6.4%, con punte 
anche del 10% in Lombardia ed Emilia Romagna; i percorsi scolastici di questi minori, sono 
fortemente a rischio, in quanto il sistema scolastico italiano non è attrezzato per  soprattutto quando 
il trasferimento dall’estero avviene durante l’anno scolastico: secondo fonti ministeriali, il 42.5% 
degli alunni stranieri non è in regola con gli studi e di questi, il 20% circa degli stranieri alunni delle 
secondarie superiori ha più di 18 anni, è stato quindi bocciato almeno una volta. Saranno 
fondamentali, per ridurre queste disparità, gli interventi presi dai dirigenti scolastici, e spesso dal 
corpo docente, istituto per istituto, contando su risorse molte limitate. 
 Un altro serio problema riguardante il sistema scolastico, è l’eccessiva canalizzazione verso il ramo 
tecnico professionale: in merito, è emblematica la tabella sottostante.  
                                               
5
 Dossier Caritas 2007, parte sulla situazione abitativa. 
6
 Metratura e numero di locali previsti sono infatti fissati per legge.  
7
 Secondo i dati Istat, i migranti fino ai 18 anni sarebbero circa il 26% della popolazione migrante totale. 
8
 L’attuale legge sulla cittadinanza prevede che si posso ottenete mediante matrimonio con un cittadino italiano o 
tramite la residenza in Italia per 10 anni di seguito. 

Preview dalla tesi:

Disparità di trattamento in corsia, una ricerca

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Fossarello
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Programmazione dei servizi e delle politiche sociali
  Relatore: Franco Prina
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 192

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accessibilità
antropologia della salute
barriere di accesso
disuguaglianze di salute
immigrazione
intercultura
mediazione culturale
mediazione linguistica
multiculturalismo
salute
servizi sanitari
sociologia della salute

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi