Skip to content

Ecocidio o genocidio? Analisi su civiltà che non erano destinate a morire

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Ecocidio o genocidio? Analisi su civiltà che non erano destinate a morire, Pagina 8
raggiunsero l‟incredibile numero di 3 milioni, provocando la distruzione della 
grossa palma Jubaea, che ricopriva l‟isola: 
“On Rapa Nui, that would equate to a rat population of more than 1.9 million. At a 
density of 75 per acre, which would not be unreasonable given the past abundance of 
food, the rat population could have exceeded 3.1 million. [...] 
It seems that the Polynesian rat population grew quickly, then fell more recently before 
becoming extinct in the face of competition from rat species introduced by Europeans. 
Almost all of the palm seed shells discovered on the island show signs of having been 
gnawed on by rats, indicating that these once-ubiquitous rodents did affect the Jubaea 
5
palm's ability to reproduce.” 
Riassumiamo così i due punti decisivi per Hunt: 
 La popolazione iniziò a crescere solo dal 1200 d.C., raggiungendo un 
picco di 3.000 abitanti. 
 Il Rattus Exulans fu la causa di buona parte della deforestazione, anche 
della scomparsa della palma Jubaea 
Quindi, quando gli europei sbarcarono, la struttura sociale degli isolani non era in 
una fase di collasso, tuttavia soffriva di una deforestazione causata dai ratti. Non 
c‟erano state guerre interne, fraticide o atti di cannibalismo per esigenze 
nutrizionali. Nel 1722 Roggeveen sbarcava con un centinaio di uomini, tutti 
armati di moschetto, pistole e coltelli. La prima cosa che fecero, incontrando gli 
indigeni, fu di ammazzarne una decina. 
Nel 1930, l‟etnografo francese Alfred Metraux, visitando l‟isola di Pasqua, 
affermò che “Rapa Nui è una della più grandi atrocità mai commesse dall‟uomo 
6
bianco nei mari del Sud”. E‟ vero che una catastrofe colpì l‟isola nel 1800, 
rendendola spoglia e morente, ma non fu semplice colpa degli isolani, bensì un 
insieme di fattori che culminarono nell‟etnocidio perpetuato dagli europei. 
Tornerò più avanti a parlare del Rattus Exulans, di Rapa Nui e di altre isole 
Hawaiane, ma ora mi addenterò in un mondo lontano migliaia di chilometri e 
centinaia di anni. 
5
 Hunt 2006: 419 
6
 Metraux 1957 
7 

Preview dalla tesi:

Ecocidio o genocidio? Analisi su civiltà che non erano destinate a morire

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Diego De Angelis
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze storiche
  Relatore: Davide Domenici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia
apocalypto
aztechi
civiltà antiche
determinismo
determinismo geografico
geopolitica
isola di pasqua
jared diamond
maya
mesoamerica
rapa nui
storia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi