Skip to content

Geopolitica Dell'Islam nel Caucaso Settentrionale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Geopolitica Dell'Islam nel Caucaso Settentrionale, Pagina 3
3 
entrambe presentano al loro interno dinamiche culturali e storiche differenti. L'assenza di barriere 
fisiche particolarmente ostiche ha facilitato i legami tra la Transcaucasia e le diverse costruzioni 
statuali che nel corso dei millenni si sono susseguite nel Vicino Oriente; dall'Impero dei Medi a 
quello Ottomano. La complessa orografia del Caucaso ha senza dubbio inciso sulla sua straordinaria 
diversità etnico-linguistica resa ancora più sorprendente dalle dimensioni piuttosto contenute della 
regione. Fin dall'antichità questa peculiarità attrasse l'interesse dei visitatori stranieri. In epoca 
medievale gli arabi la denominarono “la montagna delle lingue” (dall'arabo “Djabal al-alsun”) per 
l'incredibile numero di idiomi parlati dalle popolazioni montanare. Alla pluralità di lingue 
corrispondeva una varietà di usi e costumi dovuti all'isolamento delle diverse comunità. Nelle alte 
vallate del Grande Caucaso le abbondanti nevicate invernali impedendo gli spostamenti per buona 
parte dell'anno avevano favorito lo svilupparsi di tradizioni proprie, diverse da quelle delle vallate 
vicine.  Le formidabili asperità del territorio non hanno tuttavia impedito il susseguirsi di invasioni 
da parte popoli giunti da nord e da sud e il conseguente rimescolamento delle sue genti. Le tribù che 
vivevano nella pianura a nord del Grande Caucaso cacciate dalle loro terre dai nomadi della steppa 
si rifugiarono alle pendici delle montagne dopo aver spinto le popolazioni locali verso le vallate più 
alte. Qualcosa di analogo accadde anche nel versante meridionale del Grande Caucaso dove le 
popolazioni autoctone furono spinte a risalire le montagne. Questo susseguirsi di arrivi e 
rimescolamenti proseguì con la conquista russa del XIX secolo e le deportazioni sovietiche degli 
anni Quaranta del secolo scorso. Nella regione oggi si parlano lingue appartenenti alle famiglie 
caucasiche, altaiche, indoeuropee e semitiche (Fig. 3). Per altaiche si intendono le lingue turcofone 
parlate nel Caucaso dai discendenti dai popoli nomadi dalla steppa. I popoli che parlano le lingue 
caucasiche, considerati gli abitanti autoctoni della regione, sono disseminati nei nove soggetti 
federali russi della Ciscaucasia e in Georgia. I linguisti dividono le lingue caucasiche in tre gruppi: 
nordoccidentali, nordorientali e meridionali. Le lingue indoeuropee sono quelle parlate da armeni, 
osseti (o alani) e russi. Vi sono inoltre piccole comunità di lingua semitica rappresentate dagli assiri 
e dalle comunità ebraiche di antico e recente insediamento. Altrettanto complesso e variegato è il 
panorama religioso dato che nel Caucaso sono professate le tre religioni abramitiche presenti in 
questa terra fin dai primissimi secoli della loro storia. Gli “ebrei della Montagna” (detti anche 
“juhuro”) sono la più antica comunità ebraica del Caucaso e fanno risalire il loro arrivo a prima 
della distruzione del Tempio di Salomone (586 a.C.). Nella regione la presenza del Cristianesimo si 
fà risalire all'Età apostolica; furono gli apostoli Bartolomeo e Giuda Taddeo ad annunciare il 
Vangelo in Armenia. Il paese fu il primo al mondo ad adottare il Cristianesimo come religione di 
stato nel 301 in seguito alla conversione del re Tiridate III (286-324) a opera di San Gregorio 
l'Illuminatore. Nella vicina Georgia la tradizione attribuisce all'apostolo Andrea la predicazione del
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Geopolitica Dell'Islam nel Caucaso Settentrionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: MARCOS AUGUSTO SEGARRA
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di II Livello in Geopolitica e sicurezza globale
Anno: 2020
Docente/Relatore: Stefano Valente
Istituito da: Università degli Studi di Roma La Sapienza
Coautore: D’ADDIO Antonio, FARINA Giuseppe, GNETTI Andrea, MARINI Alessio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geopolitica
russia
islam
estremismo
sufismo
cecenia
wahhabismo
transcaucasia
caucaso settentrionale
daghestan

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi