Skip to content

Giochi d'identità - Il fu Mattia Pascal e Juegos de la edad tardia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Giochi d'identità - Il fu Mattia Pascal e Juegos de la edad tardia, Pagina 6
8 
 
na la sua Girgenti e come molti suoi predecessori si porta dietro il fardello 
dell’emigrante. Prima si iscrive all’università di Palermo, poi passa alla Fa-
coltà di Lettere dell'Università di Roma, ma a causa di un contrasto con il 
preside, si trasferisce all'Università di Bonn, dove nel 1891 si laurea in Filo-
logia romanza con una tesi in lingua tedesca sul dialetto di Girgenti. Nel 
'92, fermamente deciso a dedicarsi alla sua vocazione letteraria, si stabilisce 
a Roma, dove vive con un assegno mensile del padre. Nell'ambiente lettera-
rio della capitale conosce e stringe amicizia con il conterraneo Luigi Ca-
puana, che lo spinge verso il campo della narrativa. Compone così le prime 
novelle e il suo primo romanzo d’ispirazione verista
5
, uscito nel 1893 con il 
titolo L'esclusa.  Apparentemente può sembrare una storia della provincia 
siciliana, arretrata e ancorata ai suoi tabù, ma è invece un’indagine sulla 
psicologia della protagonista, Marta Ajala, non tanto esclusa dalla società 
perché accusata ingiustamente di adulterio, ma esclusa dalla vita per la sua 
incapacità di vivere e di amare. Nel 1894 sposa a Girgenti, con matrimonio 
combinato tra le famiglie, Maria Antonietta Portulano, figlia di un ricco so-
cio del padre, bellissima ma di salute cagionevole e psicologicamente fragi-
le. Gli inizi del matrimonio sono abbastanza felici e allietati dalla nascita 
dei tre figli: Stefano (1895), Rosalia (1897) e Fausto (1899). Tuttavia Pi-
randello avverte sempre il forte peso delle norme comportamentali risalenti 
alle radici siciliane. Nel 1903, una frana distrugge la miniera di zolfo, dove 
il padre di Pirandello aveva investito anche la dote di Antonietta. In seguito 
                                                           
5
 Il verismo è una corrente letteraria italiana nata all'incirca fra il 1875 e il 1895. Subì l’influsso del 
Realismo e Naturalismo europeo e della corrente filosofica del Positivismo. Tra gli autori più letti 
e a cui i narratori italiani si ispirarono furono Flaubert, Zola, Dickens, Tolstoj. I maggiori rappre-
sentanti del Verismo furono poeti meridionali, nonostante il centro di diffusione della nuova sen-
sibilità letteraria fu Milano. In effetti, era il Sud dove si riscontravano in maniera più evidente le 
condizioni di arretratezza e degrado che i Veristi volevano denunciare. Il caposcuola del Verismo 
è senza dubbio Giovanni Verga. Nelle sue opere (I Malavoglia, Mastro Don Gesualdo, L’amante di 
Gramigna), Verga utilizza le tecniche della nuova corrente letteraria, che basandosi 
sull’esaltazione del metodo scientifico, ha come scopo quello di rappresentare la realtà in manie-
ra impersonale e oggettiva, senza l’intervento dell’autore, il quale si limita a denunciare le situa-
zioni di precarietà e le problematiche degli uomini del suo tempo. I protagonisti non sono più eroi  
ma persone comuni, povere, inette che devono affrontare i pregiudizi e le miserie della società in 
cui vivono. Cfr. M. Sambugar, cit., p 34.

Preview dalla tesi:

Giochi d'identità - Il fu Mattia Pascal e Juegos de la edad tardia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Veronica Capasso
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Francesco De Cristofaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pirandello il fu mattia pascal
luis landero juegos de la edad tardia
la maschera pirandello spagna
pirandello in spagna
pirandello y los autores espanoles
luis landero y poetica pirandello
giochi d'identità
letterature comparate tesi
tesi online pirandello
pirandellou namuno spagna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi