Skip to content

Il concetto di ''Pouvoir'' nella Microfisica del Potere di Michel Foucault

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il concetto di ''Pouvoir'' nella Microfisica del Potere di Michel Foucault, Pagina 3
4 
 
tore francese, durante il quale ha modificato alcune delle sue linee di ricerca precedenti. Per la 
tipologia di istituzione universitaria aperta al pubblico, e non propriamente accademica, e per la 
differenza sostanziale con gli istituti universitari nelle finalità del Collège de France, ovvero il 
vincolo del docente, esperto o conferenziere, a produrre ricerche nuove ogni anno, senza 
l’obbligo di tenere lezioni “accademiche” o “ordinarie”, nella Microfisica del potere si ritrova 
una mancanza di forma, dovuta a questi aspetti circostanziali. È opportuno fare questa precisa-
zione per inquadrare la specificità di quest’opera, o raccolta, nella sua disorganicità. Foucault in-
fatti espone le ricerche in una modalità di condivisione di un lavoro ancora incompleto e in cor-
so. Nonostante questo, la Microfisica del potere è un’opera ricca e complessa sotto il profilo del 
contenuto, che sembra potersi realizzare proprio in uno spazio non determinato e limitato da cer-
te norme accademiche. Il compito principale di questa tesi è quello di cercare di riportare almeno 
il contenuto della Microfisica del potere all’interno di un quadro concettuale più definito e acca-
demico. Da questo tentativo è emersa la difficoltà a livello formale di ricondensare il contenuto 
foucaltiano in gerarchie di concetti che riassumano in modo sistematico il contenuto della Micro-
fisica del potere. Allo stesso tempo in questo lavoro di riorganizzazione è emerso anche 
l’interessante risultato di scrematura e alleggerimento della caotica e informe opera foucaltiana, 
che invece sembra prestarsi, con i dovuti sforzi, a raccogliersi in certi concetti perimetrali. I temi 
del potere, del sapere, della lotta, attraversano quasi tutte le pagine della Microfisica del potere, 
toccando tutti gli aspetti e i saperi che Foucault ha considerato nelle sue analisi, e quindi si passa 
dalle scienze politico-giuridico-economiche alle scienze umane (medicina, psicologia, psichia-
tria, antropologia). La storia assume un ruolo centrale nelle varie analisi di Foucault, poiché que-
sta è sia al centro di riflessione meta-storica, essendo la storia di Foucault anche una critica della 
storia stessa, sia lo sfondo critico sul quale vengono ricercati gli elementi necessari all’indagine 
foucaltiana del potere-sapere. Inoltre è anche lo sfondo analizzato tramite gli strumenti della ra-
gione genealogica. La storia ufficiale e accademica, per Foucault, risulta incompleta e manche-
vole delle verità che si sono nascoste all’interno delle sue pieghe, su cui è necessario soffermarsi 
per recuperarle tramite gli strumenti genealogici. La genealogia è il passe-partout per qualsiasi 
operazione di ricerca e di indagine, sia di tipo fenomenologico che teoretico. Sia che si tratti di 
analisi del potere, sia che si tratti di un’indagine all’interno dei diversi campi di sapere, la genea-
logia è il metodo tramite il quale si può penetrare attraverso le fessure degli edifici dei saperi si-
stematici e destrutturarli dal dentro. Sono essenzialmente due le dimensioni nelle quali si svolge 
la ricerca foucaltiana, e queste dimensioni possono essere riassunte dai concetti limite ed opposti 
di corpo e concetto. Questi due poli dividono la “Microfisica del potere” in due parti opposte. 
Dalla parte del concetto troviamo gli apparati politici, economici e giuridici e le relative istitu-
zioni, la storia, la metafisica, la scienza e il sapere, mentre dalla parte opposta il corpo, la genea-
logia, i saperi latenti, i saperi minori, e tutte quelle pratiche e saperi “non nobili”. Il potere circo-
la in tutte queste dimensioni, assumendo via via varie forme e dimensioni. Il potere secondo 
Foucault non si trova mai precisamente in un luogo preciso, ma circola costantemente in tutti gli 
aspetti dell’esistente. Sperare di coglierlo nelle sue espressioni più macroscopiche è una pura 
chimera, perché semmai fosse possibile coglierlo, questo si troverebbe più a livello molecolare e 
diffuso che localizzato in una dimensione macroscopicamente ben definita. Foucault traccia una 
nuova linea di ricerca, che si distingue dalle tradizionali visioni del potere, per il merito di aver 
riconosciuto al potere e al sapere ruoli più ampi e complessi. Il potere e il sapere si trovano indis-
solubilmente legati in un vortice indipanabile di reciprocità e richiamo. Il sapere, lungi dal confi-
gurarsi come una dimensione neutra e distaccata dal potere, ne è pressoché totalmente invischia-
to. Il sapere è un prodotto del sapere e viceversa il potere è generato dal sapere. Il potere ha un 
ruolo produttivo e creativo in Foucault. Il potere non si limita, come lo ha considerato la tradi-
zionale visione, ad esercitarsi in forma negativa o repressiva. Il potere assume più forme e fun-
zioni ritrovandosi sia nelle funzioni positive, produttive e creative, sia in quelle negative, distrut-
tive e repressive. Foucault sottolinea criticamente questa visione negativa e limitata del potere,

Preview dalla tesi:

Il concetto di ''Pouvoir'' nella Microfisica del Potere di Michel Foucault

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Del Fante
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Dimitri D'Andrea
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi