Skip to content

Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca, Pagina 15
 18
Anche la pasta italiana  in questi ultimi anni è entrata a far parte della dieta danese. Infatti, 
sono molte le imprese italiane che esportano in Danimarca le loro specialità 
gastronomiche.  
Oggi almeno due o tre volte la settimana le famiglie consumano la pasta con il sugo al 
pomodoro, con il ragù alla bolognese o con il pesto. Maggior successo hanno riscontrato le 
lasagne e la pasta ripiena, al prosciutto o al formaggio. 
Un’impresa danese chiamata “La Pastella” ha lanciato 10 anni fa tortellini ripieni, 
tagliatelle, cannelloni, con un set di diversi condimenti, copiandola da quella italiana. Per 
essere introdotta nel mercato la ditta produttrice ha utilizzato un marketing molto semplice, 
ma oggi è consumata dalla maggior parte delle famiglie. 
La Danimarca è anche un paese in cui si possono trovare ad esempio la mozzarella danese, 
il brie danese, la feta danese, perché cercano sempre di imitare i prodotti degli altri paesi e 
molto spesso non si riesce a capire la differenza. Un altro prodotto molto consumato è il 
formaggio. Il Danbø è il tipo di maggior consumo popolare e veniva prodotto già dai tempi 
dei vichinghi. Ora il più conosciuto è il Danablå o formaggio blu, a causa delle sue 
venature blu e viene esportato in tutto il mondo. Con il Samsø, un formaggio a pasta semi 
dura, dolce e dal sapore che ricorda un po’ le noci, si prepara il tradizionale samsø ost, 
specialità naturalmente inclusa nella lista degli Smørrebrød.  
Questo tipo di alimentazione molto incentrato sul consumo di grassi animali è un riflesso 
dello stile di vita del consumatore danese. Egli si può identificare come un consumatore 
introverso.  
Quando il Danese ha finito di lavorare in ufficio, acquista ciò di cui ha bisogno e poi se ne 
torna a casa. Il sabato e la domenica li trascorre preparando piatti gustosi in cucina o a 
mangiucchiare davanti alla televisione fino a tardi.  
Infatti, per le strade della città e dei paesini immersi nel verde della campagna si incontra 
poca gente. 
In Danimarca, la vita sociale è dentro la casa con la famiglia. Ciò si riscontra anche nella 
disposizione delle stanze della casa: il salone, che è composto dalla sala da pranzo e dal 
salotto vero e proprio, è la parte principale della casa ed è il luogo dove il consumatore 
danese trascorre la maggior parte della giornata. Qui, mangia, guarda la televisione, 
incontra gli amici e i parenti, si riposa e i suoi figli giocano.  
In questo Paese non è come in Italia o nel sud europeo dove le persone hanno una vita 
sociale al di fuori della famiglia molto pronunciata: in Danimarca la vita è incentrata 
all’interno della casa e solo nelle occasioni particolari, come in caso di matrimoni, 
compleanni e anniversari, si ritrovano tutti insieme a mangiare per quattro o cinque ore. 
I giovani, comunque, hanno una vita sociale più sviluppata: frequentano, soprattutto nei 
fine settimana, i pub e i ristoranti. Il giovane danese è molto indipendente e già da quando 
è maggiorenne, o anche prima, si crea una sua propria vita indipendente da quella della sua 
famiglia. 
Infatti, va a vivere da solo in una sua propria casa o con un altro compagno, anche da 
studente. 
Ecco perché in Danimarca si riscontra il più alto numero di nuclei familiari formati da 
un’unico componente. 
 
In Danimarca, come ormai negli altri paesi sviluppati, si è riscontrato un aumento delle c.d. 
“malattie da civilizzazione”, causate soprattutto dal mutamento degli stili di vita. 
Un tempo la popolazione consumava molte calorie perché le occupazioni lavorative erano 
più dure, venivano praticate nei campi, dei quali il piccolo paese ne è ancora ricco, 
all’aperto. Il soggetto aveva perciò bisogno di molte calorie per svolgere un lavoro 
manuale, ma anche per combattere la rigidità del clima nordico. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Il consumo e il mercato dell'olio d'oliva in Danimarca

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Elisabetta Villa
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Andrea Stocchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alimentazione
commercio estero
consumatori danesi
danimarca
dieta mediterranea
mercato danese
olio d'oliva
olio di colza
polverizzazione
prezzi dell' olio d'oliva
mercato dell'olio d'oliva
olio extra vergine

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi