Skip to content

Il Liber manualis, commento ai salmi penitenziali, 118 e graduali di Alcuino di York

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il Liber manualis, commento ai salmi penitenziali, 118 e graduali di Alcuino di York, Pagina 6
 1.2 LE OPERE ESEGETICHE DI ALCUINO 
 
Le opere esegetiche del secolo IX sono classificabili entro una tipologia bipartita 
che distingue tra collectanea
21
 e abbreviationes. 
In entrambi i casi ci troviamo di fronte a testi compilativi; ciò che differenzia le 
due tipologie di commentario è il diverso rapporto con le fonti: mentre l’abbreviatio è 
per lo più concepita come sintesi di una fonte base, il collectaneum riunisce in un 
unico codice tutte le spiegazioni attinenti ad un determinato libro della Scrittura
22
. 
Dietro questa diversità di impostazione si nasconde anche una diversa finalità. 
L’abbreviatio nasce quasi sempre in stretta connessione con l’aula scolastica. Il 
maestro tiene delle lezioni su di un determinato libro della Scrittura e poi realizza un 
compendio dell’esposizione patristica su cui ha impostato la propria spiegazione; il 
fine è fornire agli allievi uno strumento che consenta una comprensione diretta e 
facilmente memorizzabile del contenuto e del significato del libro considerato. Si 
tratta pertanto di lavori che, salvo rare eccezioni, hanno una diffusione limitata, 
                                                 
21
 Cfr. S. Cantelli Berarducci in La Bibbia nel Medioevo, a cura di G. Cremascoli e C. Leonardi, 
Bologna 1996, p. 170: “Il primo elemento che qualifica la produzione esegetica carolingia è il venir 
meno del carattere occasionale, che distingue il lavoro dei pochi esegeti attivi nei secoli VII e VIII. 
La redazione dei diversi commentari, per quanto frutto del lavoro individuale del singolo autore, 
risulta infatti orientata da una generale e diffusa esigenza di completezza ed esaustività, che si 
manifesta soprattutto sotto tre aspetti: 
1) la volontà di avere raccolte insieme in un unico codice tutte le esposizioni dei Padri relative ad un 
medesimo libro; 
2) tendenza ad un impiego letterale ed integrale delle fonti; 
3) desiderio di disporre di un’esposizione completa e sistematica (cioè svolta versetto per versetto) 
di ciascun libro sia del Vecchio sia del Nuovo Testamento. 
L’intento di raccogliere in un solo codice, cioè in un unico collectaneum, le esposizioni relative ad un medesimo libro è 
dichiarato dagli stessi compositori. Nelle epistole prefatorie che accompagnano i loro trattati, essi non esitano a definire 
il proprio lavoro nei termini di colligere in unum le varie expositiones attestate dalla tradizione, onde facilitarne il 
reperimento, la lettura, la consultazione. Lo studio delle fonti conferma a pieno questo dato: i commentatori del secolo 
IX, e in particolare quelli composti nell’arco di tempo che va dal 780 all’850 circa, si presentano come veri e propri 
collectanea di passi dei Padri riportati in forma estesa e letterale, ed integrati l’uno con l’altro. Sotto ciascun versetto si 
susseguono le relative spiegazioni di Girolamo, Agostino, Origene, Gregorio, Isidoro, Beda, e altri ancora, a seconda 
del materiale di cui l’autore dispone. A questa tecnica redazionale, che risponde ad un’evidente esigenza di completezza 
e di esaustività, fa eco immediata l’aspirazione a realizzare una glossa completa del testo biblico.” 
22
 Sulla controversa questione della Biblia Alcuini, cfr. B. Fischer, Die Alcuin-Bibel (in Geschichte der lateinischen 
Bibel 1), Fribourg-en-Br., 1957; Id., Bibeltext und Bibelreform unter Karl dem Grossen, in Karl der Grosse II, 
Düsseldorf, 1965, pp. 156-216.  

Preview dalla tesi:

Il Liber manualis, commento ai salmi penitenziali, 118 e graduali di Alcuino di York

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Guidi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Silvia Cantelli Berarducci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 371

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bibbia
carolingi
cassiodoro
esegesi
pseudo-girolamo
sant'agostino
letteratura latina
salmi penitenziali
centoni
alcuino di york
liber manualis
letteratura medievale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi