Skip to content

«Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: «Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica., Pagina 7
6 
 
sono delle macroaree tematiche, da concretizzarsi in altrettante fasi di lavoro con 
mediatori didattici appropriati, che sviluppano armoniosamente i contenuti proposti 
nell’IRC onde favorire questo gettar luce sul resto della vita che dicevamo: per prima 
quella antropologico/esperienziale, poi quella teologico/biblica e anche 
storico/culturale, infine quella dialogica. Dialogo è davvero una parola-chiave 
nell’IRC: «Dio si fa conoscere nel dialogo che desidera avere con noi»
21
 e il 
cristianesimo è un incontro di Dio-Trino nelle sue Persone con la persona umana, 
una perenne «comunicazione».
22
 Tutto il contenuto concettuale e conseguenze 
apprezzabili culturalmente di questa relazione, che Egli per primo instaura con il 
mondo nella storia, si elabora nell’ambito scuola, in sostanza, mediante passaggi 
disciplinari codificati didatticamente: da un principio di programmazione si passa 
alla correlazione e alla tematizzazione, poi al riferimento alle fonti per comprendere 
linguaggi, evoluzione storica, inculturazione, e infine si arriva all’apprezzamento 
della proposta cattolica nella sua specificità, al fine di riuscire a leggere anche le 
diversità. In mezzo ci sta l’azione dell’insegnante, il quale media verso il soggetto in 
apprendimento (il discente) per trasformare l’oggetto culturale in segni che lo 
rappresentano, affinché l’alunno possa appropriarsene in termini economici, senza 
rischi e dispersione di energie.
 23
 I cc.6-7 ne riferiscono qui una attuazione didattica. 
Una direzione precisa va seguita per non smarrirsi nei cammini del conoscere 
umano, dentro l’ambiente dell’istruzione codificata dallo Stato (ambiente 
socialmente deputato appunto in primis a fornire l’istruzione obbligatoria).
24
 E quindi 
per prima cosa cercherò di individuare delle coordinate per mantenere orientamento e 
direzione, figurandomi di intraprendere un viaggio per mare di piccolo cabotaggio 
                                                                                                                                                                     
impianto strutturale più robusto e per favorire la trasversalità di ciò che è «educativo», costruendosi 
attorno ad assi portanti e poggiando su traguardi (TSC) che sottolineano la dimensione esistenziale. 
21
 BENEDETTO XVI, Esortazione apostolica postsinodale Verbum Domini, 30 settembre 2010, n.6. 
22
 COMMISSIONE EPISCOPALE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE E LA CATECHESI, Nota pastorale La 
Bibbia nella vita della chiesa, 1995, n.16. 
23
 CEI - SERVIZIO  NAZIONALE PER L’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA, Insegnamento 
della Religione Cattolica: il nuovo profilo, La Scuola, Brescia 2006, 138-140. 
24
 In GE, n.5 leggiamo: «Tra tutti gli strumenti educativi un'importanza particolare riveste la scuola, 
che in forza della sua missione, mentre con cura costante matura le facoltà intellettuali, sviluppa la 
capacità di giudizio, mette a contatto del patrimonio culturale acquistato dalle passate generazioni, 
promuove il senso dei valori, prepara alla vita professionale, genera anche un rapporto di amicizia tra 
alunni di carattere e condizione sociale diversa, disponendo e favorendo la comprensione 
reciproca.[…] È dunque meravigliosa e davvero importante la vocazione di quanti, collaborando con i 
genitori nello svolgimento del loro compito e facendo le veci della comunità umana, si assumono il 
compito di educare nelle scuole. Una tale vocazione esige speciali doti di mente e di cuore, una 
preparazione molto accurata, una capacità pronta e costante di rinnovamento e di adattamento».
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

«Il segno di Giona» (Mt 12,39-40). Da Pinocchio a Paolo di Tarso: una simbolica della resurrezione in declinazione didattica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lidia Roboni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Facoltà Teologica del'Emilia-Romagna
  Facoltà: Istituto di Scienze Religiose
  Corso: Scienze Religiose
  Relatore: Brunetto Salvarani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pinocchio
pensiero narrativo
insegnamento della religione cattolica
bibbia a scuola
storia della salvezza cristiana
insegnante di religione
storia degli effetti biblici
programmazione e didattica della religione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi