Skip to content

Il Servizio Idrico Integrato

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Il Servizio Idrico Integrato, Pagina 3
2 
 
terreno che si affacciava sul fiume, sul torrente o sul lago.  Per i primi colonizzatori   
dell’America settentrionale valeva invece il principio “il primo che arriva è il 
proprietario della fonte”. L’attuale distinzione giuridica tra acque pubbliche e private 
ha origini lontane. Il nostro codice civile tuttavia detta regole non molto diverse dal 
quelle contenute nel codice di Giustiniano. Sì perché, in Italia al contrario di altri 
paesi nel mondo dove i diritti idrici sono legati alla proprietà della terra, le risorse 
idriche fanno parte del demanio pubblico. Il legislatore ha rafforzato tale condizione 
giuridica quando afferma ”Tutte le forme di affidamento della gestione del servizio 
idrico integrato devono avvenire nel rispetto di piena ed esclusiva proprietà pubblica 
delle risorse idriche, il cui governo spetta esclusivamente alle istituzioni pubbliche, in 
particolare in ordine alla qualità e prezzo del servizio…omissis” (comma 1 ter, art. 15, 
D.L. n. 135/2009). 
Oggi aprire un rubinetto e vedere l’acqua potabile che scorre è “normale”; ma come 
si vedrà la fornitura per  usi civili anche nelle nostre società avanzate non è poi tanto 
antica. A fine ‘800, inizio ‘900 si continuava a morire a causa dell’acqua malsana. La 
rivoluzione igienica avverrà per opera di imprese private che costruiranno nella 
maggior parte delle città europee ed americane i primi impianti di distribuzione. Il 
sistema verrà reso pubblico solo più tardi quando i governi riconosceranno  il  
servizio come  essenziale atto cioè a soddisfare un interesse generale della società. 
La gestione del servizio idrico integrato non è realizzabile se non si prendono in 
considerazioni fattori quali la disponibilità della risorsa idrica, la morfologia del 
territorio, la densità demografica, ed infine, le modalità d’utilizzo e di consumo della 
risorsa.  Nel primo capitolo si vuole mettere in evidenza come l’incremento della 
popolazione, l’aumento dei consumi in alcune parti del mondo, le trasformazioni 
degli stili di vita, i cambiamenti dei sistemi produttivi ed i mutamenti climatici 
potrebbero determinare una situazione di stress idrico; l’analisi di tale situazione 
verrà posta su due piani: quello economico e quello fisico. Si parla infatti di 
mancanza economica della risorsa quando si è in presenza di limiti istituzionali o 
infrastrutturali o finanziari che non permettono alla popolazione di usufruire anche 
del semplice servizio di base di distribuzione di acqua corrente. 
Già ai tempi di A. Smith il settore idrico, per le sue caratteristiche economiche era 
stato definito l’eccezione alla regola generale. Tante erano e, come si avrà modo di 
notare sono rimaste, le market failures che i normali meccanismi di mercato 
risultano inverosimili. Così se da una parte il bisogno di imponenti infrastrutture fa 
del settore un monopolio naturale, dall’altra la presenza di rilevanti  sunk costs lo 
rende non contendibile. In alcuni settori delle public utilities al fine di rendere

Preview dalla tesi:

Il Servizio Idrico Integrato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Vilma Tesoriati
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Gestione Aziendale
  Relatore: Massimo Canali
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 151

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

legge galli
monopolio naturale
investimenti
regolamentazione
servizio idrico integrato
ato
piano d'ambito
pubblica utilità
gestione pubblica
unbundling
contratto di servizio
concorrenza per il mercato
consumi idrici
sunk costs
decreto salvainfrazioni
economie di scala, di scopo, di densità
yardstick competion
forme di affidamento
gestione delegata
monopolio privato regolato
autorità d'ambito ottimale
tariffa reale media
gestione in house
comitato nazionale vigilanza risorse idriche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi