Skip to content

Information technologies e processo edilizio - Applicazioni e prospettive per il progetto

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Information technologies e processo edilizio - Applicazioni e prospettive per il progetto, Pagina 8
8  - Information Technologies e processo edilizio - Applicazioni e prospettive per il progetto
Norme e regolamenti che governano l'arte del fabbricare sono diversi da luogo a
luogo, così come le modalità costruttive sono spesso legate a consuetudini locali e
alla natura e qualità delle maestranze a disposizione
6
.
Il carattere unico, ma al tempo stesso articolato e complesso, del processo e del
prodotto edilizio, è tutto racchiuso nella definizione che segue, secondo la quale,
l'industria delle costruzioni è "one-of-a-kind nature of projects, site production, and
temporary multiorganization"
7
.
Oltre gli aspetti sopra enunciati, che definiscono un quadro dell'edilizia
decisamente articolato e dalle molteplici facce, Howard e Ballard [AAVV3]
evidenziano che la caratteristica peculiare di tale settore è la necessità sempre
presente, sia pure in certe situazioni ridotta al minimo, di un cantiere dove
avvengano le inevitabili operazioni di assemblaggio del manufatto, che sia esso
realizzato completamente in opera o che si tratti di un edificio costruito con l'utilizzo
prevalente di componenti prefabbricati.
Altra caratteristica tipica del settore è una certa inerzia nei confronti
dell'innovazione. La Figura 1. 2 mostra, in maniera puramente qualitativa, come
negli ultimi cinquant'anni, a una progressiva diminuzione dei costi industriali unitari
                                                
6
 Il fallimento delI' International Style, slogan del progetto moderno coniato da H.R. Hitchcock e da Ph.
Johnson nel 1932, è di ciò significativo. Il tentativo di omologare il progetto architettonico secondo un
linguaggio compositivo standard utile in ogni regione e in ogni tempo, era legato anche alla volontà di
razionalizzare il processo produttivo con l'impiego di componenti realizzabili in serie con modalità di tipo
industriale. In realtà ciò si è tradotto in risultati spesso insoddisfacenti, poiché la standardizzazione
esasperata del linguaggio architettonico e dei componenti industrializzati hanno spesso tenuto conto
solo di esigenze economiche e di produzione tralasciando gli aspetti fondamentali legati ai requisiti
prestazionali del manufatto edilizio che non hanno trovato risposta nella serializzazione del processo.
Da questo le aspre critiche mosse da più parte nei confronti dell'International Style e del Movimento
Moderno, in proposito si veda P. Blake, Form follows Fiasco, 1974.
Sempre a proposito dell'industrializzazione edilizia, così si esprime Portoghesi: "Contro la possibilità di
arrivare a una omogeneità di esigenze materiali tali da rendere logica e conveniente la produzione in
serie di interi edifici con sistemi del tutto simili a quelli dell'industria, si ergono difficoltà insormontabili,
come la diversità del clima e della regolamentazione edilizia variabile da regione a regione, il costo dei
trasporti, il grado di specializzazione della manodopera necessaria per gli assemblaggi. L'automobile e
la casa dopo trent'anni di tentativi di arrivare a una completa assimilazione, facendo della casa una
«macchina per abitare» appaiono sempre più dotati di logiche opposte e specifiche, e i metodi per
fabbricar bene le une e le altre sembrano avviati a divaricarsi definitivamente." [PORPA]
Qui si nota che le osservazioni di Portoghesi, pure molto significative, sono da collocarsi nell'ambito in
cui sono state espresse. Oggi la produzione industriale, con l'utilizzo delle nuove tecnologie per il
trattamento delle informazioni, conosce forme nuove e diversificate che potrebbero essere sfruttate dal
processo edilizio. Per quanto riguarda l'industria automobilistica dell'anno 2000, si nota che è
profondamente diversa da quella di quindici anni fa. È un fatto che, d'accordo con quanto scrive
Portoghesi, neppure oggi è pensabile trasferire di peso l'esperienza di questo settore per rivoluzionare
l'edilizia. È plausibile piuttosto che il rinnovamento possa avvenire con il confronto e concorso di più
comparti.
7
 Koskela, L. and Huovila, On foundations of Concurrent Engineering, 1997 - citato in AAVV3

Preview dalla tesi:

Information technologies e processo edilizio - Applicazioni e prospettive per il progetto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Vittorio Caffi
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Ingegneria Ergotecnica Edile
Anno: 2001
Docente/Relatore: Giuseppe Turchini
Istituito da: Politecnico di Milano
Dipartimento: DISET
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 191

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
cad
cib w78
edilizia
tecnologie dell'informazione
information technology
progettazione edilizia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi