Skip to content

L'influenza del pensiero orientale sulla psicologia analitica

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'influenza del pensiero orientale sulla psicologia analitica, Pagina 4
  5
plasmare la mia vita da me stesso, secondo quanto mi suggerisce il mio intimo o mi 
apporta la natura» (Jung, p. 308, 1998). Dichiarazione un po’ superba - afferma Vitale 
(Romano, p. 126, 2005) - poco da ricercatore scientifico, che cerca la verità dovunque sia, 
e piuttosto sgarbata nei confronti di un Oriente che gli aveva conferito tre lauree.  
Rimane colpito dal diverso modo di trattare il problema del male, constatando come per 
gli orientali l’aspetto morale non è in primo piano. Nella loro concezione il bene e il male 
sono integrati in un unico continuum naturale, hanno un loro senso, sono una stessa cosa 
pur con differenza di grado, senza alimentare ossessioni di carattere morale dovute alla 
loro più o meno rigida divisione. Ma in questa posizione scorge quasi immediatamente il 
rischio di una certa indifferenza, di un desiderio di fuga dalle cose del mondo, di una 
liberazione.  
A Konarak visita il tempio tutto ricoperto di sculture oscene, gli viene spiegato che tali 
decorazioni permettono una presa di coscienza per raggiungere la spiritualizzazione.  
Al ritorno dall’India, Jung riporta un’attenta descrizione dei paesaggi e delle prime 
impressioni avute durante il viaggio in due articoli: Il mondo sognante dell’India e Quel 
che l’india può insegnarci, che apparvero nella rivista Asia (New York, 1939). Ai suoi 
occhi da occidentale l’India appare come un mondo sognante, ma nello stesso tempo è 
consapevole che l’indù non lo percepisca come tale, al contrario, è preso dalla sua realtà, 
dalla sua dottrina filosofico-religiosa come gli europei lo sono dal messaggio d’amore 
cristiano.  
Questa magica cornice ambientale diviene stimolo per le sue riflessioni sul significato 
del Buddha e del Cristo nella storia della coscienza. Nota subito l’estrema differenza nella 
percezione della vita: nell’India è il corpo nella sua completezza che vive, mentre «l’uomo 
bianco vive in un manicomio di astrazioni» (Jung, p. 318, 1985), la sua vita è incapsulata 
nella testa come sotto una sorta di campana di vetro. Gli indiani «si sono assuefatti a un 
grado di civilizzazione che noi non possiamo raggiungere, nemmeno con l’aiuto di ideali e 
convulsivi sforzi morali» (Jung, p. 324, 1985). Jung osserva come l’evoluzione occidentale 
ha portato l’uomo ad una dissociazione tra la parte cosciente della psiche e l’inconscio, 
divenendo altamente disciplinati, organizzati e razionali a spese della totalità 
dell’individuo. La vita dell’indiano è irrazionale ma completa, soddisfacente e di 
un’indicibile bellezza emotiva, la sua ambizione è di avere una visione d’insieme. La 
psicologia dell’India appare così simile a un sogno in quanto include l’universo e l’uomo 
in tutti i suoi aspetti e le sue attività, «l’India rappresenta l’altro modo di civilizzare 
l’uomo, il modo senza repressione, senza violenza, senza razionalismo» (Jung, p. 330,

Preview dalla tesi:

L'influenza del pensiero orientale sulla psicologia analitica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cristina De Dominicis
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi dell'Aquila
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze psicologiche
  Relatore: Enrico Perilli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicologia
psicologia dinamica
psicoterapia
jung
oriente
archetipo
yoga
psicologia junghiana
processo di individuazione
sincronicità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi