Skip to content

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin, Pagina 4
pratico e l’accordo in questo campo cessava di essere dato per scontato. Come tutte le grandi e 
profonde contrapposizioni, ogni parte dal principi si mantenne ancorata saldamente alle proprie 
posizioni: i cattolici intransigenti, “...gelosamente fedeli alle tradizioni medioevali...”
5
, rigettavano 
come eretiche le nuove dottrine; all’opposto, i riformati non cedettero di un passo. In mezzo, punto 
mediano di una tripartizione che diverrà consueta nella storia politico - religiosa del sedicesimo 
secolo in Francia, le scuole umaniste, divise nel metodo ma portatrici di un unico ideale, quello di 
“...ravvicinare tra loro gli uomini, mantenerli nel cristianesimo tradizionale per mezzo della carità 
piuttosto che con la violenza...”
6
. La prima ondata di repressione, quella che aveva visto nel 1523 
alzare il primo patibolo, si acutizza nel terribile 1525, quando il re è fatto prigioniero a Pavia degli 
Spagnoli e le autorità più conservatrici, il Parlamento parigino e la Sorbona, sfogarono la loro rabbia 
contro gli eretici. Col ritorno in patria di Francesco, i toni si smorzarono e la mediazione di 
Margherita di Navarra, sorella del principe, allineata sulle posizioni dell’umanesimo più mistico ed 
affettivo, contribuì a rasserenare gli animi. Il sovrano era quasi sicuramente contrario allo zelo 
persecutorio degli oltranzisti cattolici, data la sua personalità colta ed attenta agli scopi di un 
accentramento politico che significava tuttavia dovere mantenere a tutti i costi l’unità di fede. 
Convinto della giustezza dell’eradicamento degli eccessi anabattisti, che si erano mostrati così 
dannosi in Germania, liberò il furore dei tribunali religiosi anche contro il luteranesimo a partire dal 
1527. Allo stesso tempo protesse il partito riformista che viveva all’interno della sua corte ed il cui 
peso, sotto la spinta di un illustre giurista come Budè, si accrebbe.  
Essi non predicavano l’abbandono del riconoscimento dell’autorità confessionale della 
Chiesa, preferivano solo arrivare ad una repentina riunificazione delle posizioni delle due fedi prima 
che avvenisse il Grande Scisma, la Grande Rottura; “...fautore dell’unità cristiana, il partito 
intendeva difenderla come Erasmo, non con la forza e con i supplizi, ma per le vie della dolcezza e 
della conciliazione...”
7
: mi pare di poter notare come lungo tutto il secolo esiste sempre una 
corrente, più o meno forte, di fautori del giusto mezzo, personaggi forse più illuminati sulla via da 
seguire per risolvere i gravi problemi di coscienza che attanagliano la Francia durante l’intero 
cinquecento. L’effetto che ebbe sul re e nel paese fu quello di annientare la veneranda università 
della Sorbona dopo il 1534, riportando la vittoria sull’intransigenza conservatrice. Ma il fallimento 
delle trattative coi principi tedeschi e l’affare dei Placards, i manifesti blasfemi redatti da Antoine 
Marcourt, un protestante estremista, che tappezzarono di invettive contro la Chiesa romana le 
principali città del paese, scatenarono l’indignazione del sovrano e della parte cattolica. La 
persecuzione divampò per mesi nella nazione e solo dopo estenuanti trattative Francesco tornò a più 
miti consigli, suggellati dall’editto di Coucy che interrompeva la repressione ed apriva di nuovo la 

Preview dalla tesi:

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Max Tonioli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Saffotestoni Binetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

jean bodin
les six livres de la rèpublique
monarchia
storia delle dottrine politiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi