Skip to content

La Corte Speciale di Giustizia in Mantova: il reato di alto tradimento nel Regno Lombardo-Veneto (1854-1857)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1. IL CODICE PENALE AUSTRIACO DEL 1803 14 Lachiusuradelverbaledelcostituto rappresentalafinedell’inquisizionespeciale e consente di passare alla sentenza, pronunciata entro otto giorni dalla chiusura: la decisione ` e collegiale e viene presa a maggioranza; in caso di parit` a, risulta sempre decisivo il voto del presidente della corte. Viene pronunciata una as- soluzione quando tutti gli indizi a carico dell’imputato vengono cancellati, dopo l’attenta investigazione; invece, l’imputato viene condannato se l’inquirente ` e riuscito ad ottenere la prova legale; infine, l’inquisizione viene sospesa, nel caso in cui sia mancata la prova legale della colpevolezza, ma sul conto dell’imputato continuino a gravare indizi e sospetti 7 . La sentenza viene subito pubblicata ed eseguita, anche se le motivazioni vengono rese note soltanto su domanda di chi ha il diritto di impugnare la decisione e fare ricorso. Ci sono per` o dei casi in cui, d’ufficio e indipendentemente da ogni impu- gnazione, le sentenze vengono inviate immediatamente al superiore grado di giudizio: ad esempio, per reati particolarmente gravi (alto tradimento e reati di Stato, omicidio), oppure quando la condanna sia avvenuta senza la confes- sione dell’imputato o anche quando la pena sia molto rigorosa. A sua volta, il Tribunale Superiore d’Appello deve trasmettere le proprie sentenze al Tribunale Supremo di Giustizia, ma le decisioni di quest’ultimo vengono sottoposte al sovrano solo in caso di pena di morte, in quanto solo all’imperatore spetta il potere di concedere la grazia 8 . L’istanza superiore pu` o anche scoprire un difetto formale, durante il processo, che abbia influito sulla formazione della sentenza: in questo caso, rinvia gli atti al tribunale inferiore, invitandolo a rimediare al- l’errore e a pronunciare una nuova sentenza, sulla quale potr` a poi tornare ad esercitare il proprio controllo. Il ricorso vero e proprio, che riguarda la legalit` a della procedura oppure la sentenza 9 , pu` o essere presentato nei confronti di una sentenza di primo grado non suscettibile di trasmissione diretta all’istanza su- periore, oppure nei confronti di una sentenza, emanata dal Tribunale Superiore d’Appello, che abbia confermato aggravandola la sentenza di primo grado; inol- tre, per la redazione del ricorso, l’imputato ha il diritto di avvalersi dell’aiuto di un difensore tecnico. Nel caso in cui il ricorso venga accolto, il Tribunale Supe- riore d’Appello pu` o sospendere l’esecuzione della sentenza, fino alla conclusione delprocedimentod’impugnazione,evietarelareformatioinpeius dellasentenza. Il Codice Penale Universale appare, in molti punti, contraddittorio e svela apertamentechel’Illuminismogiuridicoerastatoaccettatopressolacorteasbur- gica nella misura in cui riusciva funzionale alla costruzione di una monarchia assoluta, in cui, come afferma Vinciguerra, “tutti i sudditi avessero diritti e doveri ben definiti e fossero eguali dinanzi al Sovrano” [Vinciguerra, 1997]. Ad esempio, il rapporto tra il ruolo del giudice e la legge viene immediatamente 7 Inquest’ultimocaso, l’imputatovienespessosottopostoamisuredipoliziael’inquisizione pu` o essere riaperta, una volta ottenute maggiori prove e se non sia intervenuta la prescrizione. 8 Nel Regno Lombardo-Veneto, in particolare, il sistema delle corti di giustizia si consolid` o intorno ai tribunali criminali per la prima istanza (organi collegiali composti da un numero variabile di giudici, calcolato in base all’importanza della sede e dei relativi carichi di lavoro, e stabiliti nei capoluoghi di provincia), ai tribunali superiori di Milano e Venezia per l’appello (formate da un presidente, un vicepresidente e venti tra consiglieri ed assessori) e in ultima istanza sul Senato Italiano del Tribunale Supremo di Giustizia di Verona (composto da un vicepresidente e da nove consiglieri aulici). 9 Nelprimocaso, siassumechel’inquisizionesiastataavviataecondottasenzamotivazione legale; nel secondo caso, si rileva che il condannato, sulla base delle prove acquisite, doveva essereassoltoobeneficiaredellasospensionepermancanzadiprovelegali, oanchecondannato a una pena pi` u lieve.
Anteprima della tesi: La Corte Speciale di Giustizia in Mantova: il reato di alto tradimento nel Regno Lombardo-Veneto (1854-1857), Pagina 11

Preview dalla tesi:

La Corte Speciale di Giustizia in Mantova: il reato di alto tradimento nel Regno Lombardo-Veneto (1854-1857)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Zanasi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia moderna
  Relatore: Leonida Tedoldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 278

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi