Skip to content

La nuova pelle del packaging

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La nuova pelle del packaging, Pagina 2
12
Abstract
contempo esplicativo riguardo la comunicazione visiva del prodotto, deve essere alla base della progetta-
zione di un packaging funzionale e funzionante nell’ottica del mercato e dell’immagine di marca. In questi
ultimi anni, l’evoluzione nel campo dei polimeri ha raggiunto livelli significativi e impensabili. L’utilizzo
congiunto di materie plastiche e di semiconduttori, ha aperto nuovi orizzonti nel campo della comunica-
zione visiva, permettendo un livello di interazione elevatissimo, paragonabile (se non superiore) a quello
riscontrabile nelle interfacce grafiche per personal computer. Nell’ambito progettuale in questione, l’uti-
lizzo dei materiali semiconduttori svolge un ruolo di supporto alla realizzazione di un sistema espositivo
integrato. In particolare il riferimento alla tecnologia Polymer LEDs (messa a punto da Philips
Semiconductors Inc.) svolge un ruolo centrale. L’applicazione della tecnologia dei semiconduttori a particolari
tipi di polimeri, può potenzialmente offrire la riproduzione di ciò che oggi viene inteso come monitor, su supporti
che possono modificare la propria opacità/trasparenza e che possono visualizzare informazioni. La metafora del
packaging - display è quella che maggiormente si addice all’idea alla base del progetto. L’imballaggio diventa in
questo caso una vera e propria interfaccia tra utente e prodotto. La sempre crescente complessità delle caratteristi-
che nei prodotti in commercio, necessita di informazioni sempre maggiori al fine di una comunicazione coerente
con il contenuto. L’idea di innalzare il livello di interattività in modo dinamico, permetterebbe di eliminare
le barriere di acquisto del prodotto. Il riferimento ad un tipo di consumo diretto (senza potenziale bisogno
di intermediari), assume ora un senso di compiutezza. La base progettuale che viene proposta in questo
contesto è centrata sull’utilizzo di un sistema espositivo, offerto dalla simbiosi tra espositori e packaging. I
supporti espositori fungono quindi da veri e propri conduttori di informazioni nei confronti del packaging,
in questo caso interprete e ricevente di messaggi digitali. Il rapporto tattile e visivo tra potenziale consuma-
tore e merce esposta, diventa uno degli elementi determinanti dell’esperienza d’acquisto. In questo caso
tutto il contesto del locale di esposizione, diviene teatro di una rappresentazione basata su colori, suoni e
musiche: un’esperienza multimediale a tutti gli effetti. Il paradigma di questa ricerca è internet. Esso è il
punto di giunzione tra l’esperienza dello shopping tradizionale e lo shopping proposto. Il fattore determi-
nante la differenza d’approccio tra le due esperienze d’acquisto, è indubbiamente il rapporto materiale con
l’oggetto. In un contesto di acquisto on-line che offre vantaggi dal punto di vista logistico e di universale
facilità di accesso alla merce da parte del potenziale acquirente, si affiancano tutte quelle difficoltà tecni-
che, solo in parte superabili (attraverso software di simulazione 3D dell’oggetto e delle texture), riguardan-
ti la comunicazione materica del prodotto. Queste sono le leve sulle quali si fa esercizio per recuperare
un’esperienza “classica” d’acquisto. Ancora una volta si ritorna sull’importanza del rapporto materiale che
esiste tra oggetto e acquirente all’atto dell’acquisto. La possibilità di esplorare, sentire, guardare e osservare
l’oggetto in tutte le sue sfaccettature, diventa un fattore pregnante. Non è comunque da sottovalutare
l’approccio differenziato offerto dall’avvento di internet, si tratta quindi di fondere due livelli di esperienza
riproponendo nel packaging tutti i connotati tipici di internet, offrendo sulla superficie del packaging
stesso, la possibilità di un approccio congiunto all’informazione. Particolare enfasi viene posta nei con-
fronti del meccanismo di recupero a ritroso della tipologia di esperienza. L’idea di poter riproporre un’espe-
rienza di consumo più vicina a quella ancestrale rappresenta il tentativo di scardinare i meccanismi legati
alla società del consumo e di caratterizzare lo shopping, facendo leva sull’aspetto più piacevole dello stesso,
catturando il consumatore e inebriandolo positivamente.

Preview dalla tesi:

La nuova pelle del packaging

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Capitini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Architettura
  Corso: Disegno Industriale
  Relatore: Valeria Bucchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi