Skip to content

La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI, Pagina 4
2 
 
pro capite degli USA. Nel 1970, dopo aver militato anche nel Komsomol (divisione 
giovanile del PCUS), era diventato Segretario della sezione di Partito di Stavropol’, per poi 
diventare membro, l’anno successivo, del Comitato Centrale del PCUS. Nel 1974 fu eletto 
deputato al Soviet Supremo e nel 1978 assunse la Segreteria del Comitato Centrale per 
l’agricoltura. Andropov, suo conterraneo, lo nominò membro del Politburo nel 1979 e ne 
fece il suo più fedele collaboratore, tanto da indicarlo come suo successore designato. Una 
volta giunto al potere, egli poteva già disporre di una solida esperienza nel campo delle 
relazioni internazionali, essendo già stato a capo di diverse delegazioni sovietiche 
all’estero, come ad esempio quella del 1983 in Canada e quella del 1985 nel Regno Unito 
presso Margaret Tatcher
4
, a ridosso della sua nomina a Segretario del PCUS. Il nuovo 
leader sovietico non perse tempo e diede prova del suo strappo con il passato già durante i 
funerali del predecessore, quando accolse con una certa freddezza i capi dei regimi ed i 
segretari dei partiti più fedeli a Mosca, mentre riservò grande attenzione alla delegazione 
del PCI, la più critica ed autonoma formazione comunista insieme al PCF.
5
 
  Gorbačëv dovette farsi carico di una mole enorme di aspettative e di illusioni, che si 
respiravano non soltanto all’interno dell’intelligencjia, ma anche e soprattutto tra la 
popolazione, che vedeva in lui una svolta rispetto ai vecchi gerarchi morenti ai quali era 
succeduto. Egli era ampiamente conscio dei limiti e dei problemi del sistema, ma non lo 
negava nel suo complesso, ritenendo invece che esso avesse al suo interno gli strumenti in 
grado di risanarlo e confermando il ruolo centrale del Partito. Sorgeva subito una 
contraddizione. Se da un lato era giusta e realista l’idea che il cambiamento dovesse 
avvenire “dall’alto” ed in maniera graduale, meno fondata era la convinzione che si 
dovessero coinvolgere le masse, considerando quanto arretrata fosse la società civile. 
Essenzialmente, era evidente la necessità di dare un po’ di respiro ad un’economia che si 
trovava in un circolo vizioso di improduttività ed obsolescenza. Una delle soluzioni più 
immediate era rappresentata dalla possibilità di concedere piccole aperture all’economia di 
mercato, ma, come e più che ai tempi della NEP, esse avrebbero potuto avere dei risvolti 
                                                 
  
4
 Margareth Thatcher, leader del Partito Conservatore dal 1975 al 1990, rivestì la carica di Primo Ministro 
del Regno Unito dal 1979 al 1990. Curiosa la genesi del suo celebre soprannome, “Lady di Ferro”, che le fu 
attribuito dal periodico del Ministero della Difesa sovietico Krasnaya Zvezda (Stella Rossa), dopo un duro 
discorso antisovietico, tenuto nel 1976 a Kensington. Ne proponiamo di seguito un breve estratto in lingua 
originale, tratto dagli archivi della Margareth Tatcher Foundation: “The Russians are bent on world 
dominance, and they are rapidly acquiring the means to become the most powerful imperial nation the world 
has seen. The men in the Soviet Politburo do not have to worry about the ebb and flow of public opinion. 
They put guns before butter, while we put just about everything before guns”. 
  
5
 La delegazione del PCI era guidata dal suo leader Alessandro Natta ed era presente anche il Presidente 
della                     Repubblica Sandro Pertini (i due vennero comunque accolti separatamente). 
youtube.com/watch?v=5BlUXa_7AZY 
 Per quanto riguarda le posizioni di PCI e PCF, su entrambi i Partiti la perestrojka ebbe inizialmente un 
discreto appeal, poiché si intraveda in essa la possibilità di una riforma del sistema sovietico che non esulava 
dal pensiero socialista, anche se si alzarono delle voci scettiche, tra cui spicca quella di un giovanissimo 
Massimo D’Alema. Valentine Lomellini, L’appuntamento mancato, Le Monnier, Firenze, 2010, pp. 219, 220
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Barbon Di Marco
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze internazionali e diplomatiche
  Relatore: Cesare La Mantia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

urss
putin
csi
perestrojka
gorbacev
el'cin

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi