Skip to content

La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI, Pagina 6
4 
 
modificare arbitrariamente i dati economici, cara a pressoché tutti i predecessori 
dell’attuale leader
8
.  
  Il dodicesimo piano quinquennale, che entrò in vigore dal 1986, rappresentò una delle 
prime contraddizioni della nuova amministrazione e trovò degli scettici anche fra alcuni dei 
collaboratori più stretti, come Ligačev e Jakovlev. L’uomo nuovo della politica sovietica, 
sul quale gravavano enormi aspettative di cambiamento, adottava ora delle misure 
pericolosamente simili a quelle del passato da cui in molti all’interno del Partito si 
volevano allontanare. Il progetto di Gorbačëv proponeva un ultimo grande sforzo 
centralista, capace, a suo dire, di imprimere una decisa ripartenza all’intero settore 
industriale. L’intuizione non si rivelò azzeccata. Già dal 1986, a causa della mancanza di 
risorse da investire nel piano, si tornò ad emettere moneta in quantità spropositate, con 
l’effetto, più volte ripetutosi nella storia dell’URSS, di destabilizzare il già debole sistema 
monetario e di far crescere in modo esponenziale il debito estero
9
. A peggiorare la 
situazione, soprattutto per quanto riguarda la popolarità del Segretario fra le classi 
lavoratrici, fu il lancio di una grande campagna contro l’alcolismo, sulla scia di quanto già 
accennato in passato dal suo padre politico Andropov. Le rimostranze verso il decreto 
“Sulle misure dirette a superare l’ubriachezza e l’alcolismo e a sradicare la produzione di 
samogon
10
” non arrivarono solamente “dal basso” ma anche da economisti e da molti 
quadri del Partito, i quali mettevano in luce il grande valore economico della vendita di 
alcolici, senza la quale il bilancio statale avrebbe sofferto ancora di più. Gorbačëv non 
volle sentire ragioni ed andò avanti con il suo programma proibizionista, fermamente 
convinto che i benefici di lungo periodo avrebbero di gran lunga superato gli inconvenienti 
economici e di popolarità dell’immediato. 
  I numeri erano oggettivamente allarmanti: gli alcolizzati cronici sfioravano i 5 milioni; in 
media, tutti i sovietici sopra i 15 anni assumevano almeno 15,5 litri di alcol all’anno, 
soprattutto vodka e bevande con più del 40% di contenuto alcolico
11
.  
  Già dai primi mesi, il consumo subì  una forte flessione, così come le entrate statali 
derivanti dalla vendita di alcolici. Tuttavia, fu dal punto di vista dell’immagine popolare 
che il leader pagò le più care conseguenze: un popolo, già provato da condizioni di vita non 
                                                 
  
8
 A tal proposito si vedano i lavori di due dirigenti dell’apparato statistico sovietico: V. Kiricenko, Ridare 
fiducia alla statistica e M. Ejdel’man, Revisione dinamica della serie dei principali indicatori economici, 
pubblicati rispettivamente nel 1992 e nel 1994 su Vestnik Statisniki. 
  
9
 Nel 1985 il debito estero netto dell’Urss equivaleva a 15,7 miliardi di dollari, nel 1986 a 20,9, nel 1987 a 
26,4. Si consideri che le somme sono espresse in dollari del 1991. Archivio online della CIA, doc. 
0000292350, 1991, pag. 32. 
  
10
 Il samogon è uno spirito a base di malto di grano che si contraddistingue per essere distillato in via privata 
e per avere una gradazione alcolica molto alta. Fuori dalle grandi città, esso era, e spesso è ancora, molto più 
popolare della vodka. 
  
11
 The Economist,  settimanale del 8-15 marzo 1990

Preview dalla tesi:

La nuova Russia e la politica di neoegemonia all'interno della CSI

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Barbon Di Marco
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze internazionali e diplomatiche
  Relatore: Cesare La Mantia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

urss
putin
csi
perestrojka
gorbacev
el'cin

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi