Skip to content

La rappresentazione della Spagna nel cinema contemporaneo: aspetti estetici, semiotici ed economici

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La rappresentazione della Spagna nel cinema contemporaneo: aspetti estetici, semiotici ed economici, Pagina 12
18 
regime dittatoriale che avrebbe dominato lo scenario politico spagnolo per ben 36 lunghissimi 
anni. 
Sta di fatto che la Spagna, alla fine della guerra, si ritrova priva di menti brillanti. E questo 
non è da poco. Ecco un esempio di come la storia possa incidere sulla produzione culturale. 
Tuttavia, non tutti gli oppositori del governo franchista conoscono l’esperienza dell’esilio: 
alcuni di loro, infatti, restano in Spagna dove, tacendo per via della censura, soffrono di una 
prolungata emarginazione, il cosiddetto “esilio interiore”, ideologico e intellettuale. Il che è a 
conferma del carattere negativo della dittatura instauratasi. 
 
 
 1.1.5. Gli anni dell’autarchia e del franchismo (1939-1950)   
 
Come ho precedentemente affermato, nel 1939 l’epilogo della guerra civile consegna la 
vittoria nelle mani di Franco, il quale instaura una dittatura fascista. Dopo la seconda guerra 
mondiale, durante la quale si mantiene in posizione neutrale, la Spagna rientra gradualmente 
nella comunità mondiale, ma rimane una Nazione a regime autoritario fino a metà degli anni 
'70.  
L'industria cinematografica del periodo è controllata da un Ministero Statale che ha il 
compito di censurare le sceneggiature prima delle riprese, di imporre il doppiaggio di tutti i 
film nella lingua “ufficiale” castigliana e di istituire un monopolio statale su cinegiornali e 
documentari. Il regime detta regole per il cinema, insomma. 
Il regime, inoltre, esige film devoti e sciovinisti e il risultato è una serie di drammi sulla 
guerra civile (cine cruzada), saghe storiche, film religiosi e adattamenti letterari — fra cui un 
Don Quijote de la Mancha (di Rafael Gil, 1947) che paragona l'eroe idealista di Cervantes a 
Franco. Sono altresì messi in risalto registi come Ignacio F. Iquino, lo stesso Rafael Gil 
(Huella de luz, 1941), Juan de Orduña (Locura de amor, 1948), Arturo Román, José Luis 
Sáenz de Heredia (Raza, 1942, con il copione scritto dallo stesso Franco) e, soprattutto, Edgar 
Neville. Ottiene un discreto successo anche Fedra (1956) di Manuel Mur Oti. Da ricordare, 
inoltre, Los ultimos de la Filipinas (1945) di Antonio Roman. 
A un livello meno prestigioso, l'industria sforna musical popolari, commedie e film sulle 
corride. La cinematografia interna dispone anche di strutture per ospitare coproduzioni o 
produzioni straniere.  
Nel 1947, cosa importante, viene creato l’Istituto di ricerche ed esperienze cinematografiche 
(noto come IIEC) per iniziativa di Victoriano López García.

Preview dalla tesi:

La rappresentazione della Spagna nel cinema contemporaneo: aspetti estetici, semiotici ed economici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alice Margherita Giulia Bettineschi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Interfacoltà Economia/Lettere e Filosofia
  Corso: Gestione dei Beni Artistici e Culturali
  Relatore: Ruggero Eugeni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 333

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

erasmus
cinema
spagna
woody allen
cineturismo
vicky,cristina,barcelona
la nona porta
l'appartamento spagnolo
manuale d'amore 2
il ciclone

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi