Skip to content

La regolamentazione degli Stati Uniti d'America dei prodotti alimentari geneticamente modificati. Aspetti giuridici, economici ed etici.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La regolamentazione degli Stati Uniti d'America dei prodotti alimentari geneticamente modificati. Aspetti giuridici, economici ed etici., Pagina 14
superiore alla soglia dello 0,9%
33
, in quanto la presenza di OGM è involontaria e/o 
tecnicamente inevitabile. 
Fino a marzo 2006, l’UE ha autorizzato la commercializzazione di 31 OGM o 
prodotti destinati all’alimentazione umana o animale
34
. Pertanto, sebbene la 
procedura di autorizzazione dell’Unione Europea possa apparire lunga e troppo 
rigida ad alcuni paesi, come gli Stati Uniti, che hanno adottato un approccio più 
elastico, l’UE è tra i maggiori importatori di OGM e prodotti derivati, primi fra tutti 
soia “Round-Up-Ready”
35
 Monsanto
36
. 
                                                 
33
 Definita “Soglia di presenza accidentale di Ogm”. Non si può scartare la presenza 
accidentale di OGM nelle colture tradizionali. Ciò può comportare la presenza di tracce 
infime di OGM nei tradizionali alimenti e mangimi per animali, intervenuta in via 
accidentale o per contaminazione tecnicamente inevitabile durante la coltivazione, il 
raccolto, il trasporto o la trasformazione…La soglia è fissata a 0,5% per questo tipo di 
contaminazione per quanto concerne gli OGM che hanno ricevuto un parere scientifico 
favorevole.”, “Tracciabilità ed etichettatura di organismi geneticamente modificati 
(OGM)” Commissione Europea, op. cit. 
34
 Per l’elenco completo degli OGM autorizzati alla commercializzazione nell’UE 
consultare il “Community Register of GM Food and Feed” al sito 
www.ec.europa.eu/food/food/biotechnology/authorisation/index_en. 
35
 Nome commerciale di un diserbante a base di glifosato, che dà avvio a una serie di 
colture GM contenenti un gene resistente a tale erbicida. La prima coltura Round-Up-
Ready è stata la soia, seguita poi dal mais, dalla colza e dal cotone. 
36
 Multinazionale americana, nata nel 1901 nell’Illinois come produttrice di saccarina, il 
cui grande business è oggi quello delle biotecnologie agricole. Maggior produttrice 
dell’erbicida glyphosate, nome commerciale Roundup, nota per la produzione di sementi 
transgeniche e dal marzo 2005, dopo l’acquisizione della Seminis Inc., maggior produttrice 
mondiale di sementi convenzionali. Diventata famosa per aver prodotto l’agente arancio, il 
defoliante tossico e cancerogeno usato nella guerra del Vietnam dall’esercito statunitense, 
si è poi concentrata sulla produzione di erbicidi, con sostanza base il glifosato. 
Successivamente ha deciso di investire sulla fabbricazione di una specie di semente 
resistente al glifosato, che prenderà il nome di Roundup Ready. Dal 1997 comincia a 
vendere soia, mais, colza transgeneci, con un gene resistente all’erbicida Roundup. Da 
allora continua a sostenere ingenti investimenti finanziari legati all’acquisizione di 
numerose società di ricerca, titolari di brevetti o che, in breve tempo, devono assicurare la 
remunerazione del capitale impiegato per evitare la bancarotta. La notorietà dell’azienda è 
comunque incrementate dalle continue critiche sollevate ad essa da numerose associazioni 
contrarie alla pratica della biotecnologie, in primis Greenpeace, e dalle numerose cause 
legali che la Monsanto ha dovuto affrontare, come quella che l’ha costretta a ritirare gli 
annunci pubblicitari che sostenevano che il suo diserbante Roundup fosse biodegradabile e 
non dannoso per l’ambiente oppure quella risalente al 2004 contro la produzione 
dell’agente arancio. Recentemente è stata criticata per la fabbricazione del Posilac, un 
ormone sintetico per aumentare la massa muscolare degli animali destinati al macello, 
considerato dai detrattori non adeguatamente testato e dannoso non solo per la salute 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La regolamentazione degli Stati Uniti d'America dei prodotti alimentari geneticamente modificati. Aspetti giuridici, economici ed etici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cinzia Stancato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economiche
  Relatore: Franco Percivale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bioingegneria
biotecnologia
commercio di ogm
commercio internazionale
contaminazioni genetiche
etichettatura
ingegneria genetica
manipolazioni genetiche
normativa americana degli ogm
ogm
ogm e usa
prodotti alimentari gm
sicurezza alimentare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi