Skip to content

La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano, Pagina 5
7 
 
CAPITOLO I 
LA CORNICE DELL’IMPERO OTTOMANO: PREMESSE 
STORICHE E CONTESTESTUALIZZAZIONE GEOPOLITICA 
 
1.1 Collocazione storica, geografica e culturale della ricerca 
Per una prima circoscrizione a maglie larghe è doveroso individuare all’interno degli estesi 
confini – fisici e ideali - dell’Impero Ottomano il contesto storico e culturale nel quale la rivista 
Al-Qibla è apparsa e del quale ci rende, in parte, testimonianza. Sebbene la rivista sia stata data 
alle stampe nella città santa della Mecca, nell’allora emirato ottomano hascemita del Ḥiǧāz – 
regione dell’attuale Arabia Saudita occidentale - essa ha dato voce a un movimento 
territorialmente molto più esteso sia dal punto di vista storico che ideologico, il quale, oltretutto, 
vedrà nascere i suoi frutti prevalentemente a nord della penisola arabica. La storia del primo 
movimento nazionalista arabo, di cui Al-Qibla fu resa portavoce, come si avrà modo di scoprire 
nei capitoli successivi, non riguarderà alla stessa maniera l’intero mondo arabo. Al contrario, 
coinvolgerà, nelle sue più durature ripercussioni, i territori del Mediterraneo orientale e del 
Vicino Oriente. Per questo motivo, la contestualizzazione geopolitica del fenomeno trascurerà 
quella porzione di mondo arabo situata a ovest dell’Egitto, estranea ai fermenti nazionalisti del 
primo Novecento e, peraltro, non inclusa nel disegno del “Grande Regno Arabo” agognato dallo 
sceriffo della Mecca, il quale avrebbe dovuto abbracciare un territorio compreso tra l’Egitto e la 
Persia
2
.  
La maglia più larga di contestualizzazione è, quindi, individuabile nell’Impero Ottomano, di cui 
si avverte il bisogno di fare accenno ai fini dell’inserimento dei fenomeni in osservazione in un 
quadro d’analisi dinamico di relazioni causa-effetto. Gli anni che maggiormente interessano 
questa ricerca – il cui nucleo originario risiede nello studio della rivista Al-Qibla durante la 
Rivolta Araba del 1916-18 - sono scanditi dagli ultimi arrancanti passi del Sultano della Sublime 
Porta, la cui autorità verrà messa definitivamente in discussione nel corso della Grande Guerra. 
Sono gli anni del tardo periodo ottomano, il prodotto di oltre sei secoli di avvicendamenti, 
espansione, crisi.  
                                                     
2
 «L’Inghilterra riconoscerà l’indipendenza dei paesi arabi, limitati a nord da Mersina e Adana fino al 37° parallelo 
di latitudine, sul quale si trovano Biregik, Urfa, Mardin, Midiat, Gezīret (Ibn ʻOmar), Amadia fino al confine della 
Persia; ad est dal confine persiano fino al Golfo di Bassora; a sud dall’Oceano Indiano, eccettuata la posizione di 
ʻAden, che resterà com’è; ad ovest dal Mar Rosso e dal Mediterraneo fino a Mersina[…]», Traduzione di una lettera 
dello Sceriffo della Mecca a Sir Henry Mc-Mahon Alto Commissario di Sua Maestà al Cairo in Ettore Rossi, 
Documenti sulle origini e gli sviluppi della questione araba (1875-1944),  Istituto per l’Oriente, Roma, 1944, pp. 
20-21

Preview dalla tesi:

La Rivista Al-Qibla. La propaganda Hascemita dal Nazionalismo Arabo al patriottismo giordano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Laura Salaris
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Studi Umanistici
  Corso: Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale
  Relatore: Angela Daiana Langone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 156

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rivolta araba
nazionalismo arabo
lingua araba
critical discourse analysis
al-qibla
grande rivolta araba
ḥusayn ibn ʻalī al-hāšimī
sceriffo della mecca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi