Skip to content

La santeria. Credenze e pratiche rituali di una religione afrocubana

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La santeria. Credenze e pratiche rituali di una religione afrocubana, Pagina 10
 13
terre di una famiglia abitavano le anime degli antenati che le avevano coltivate 
nel passato. Per questo la terra non poteva mai essere venduta, né si poteva 
estromettere qualcuno dalle terre che aveva sempre coltivato. 
Una parte cospicua della popolazione yoruba era costituita da schiavi ancor 
prima dell’arrivo degli europei. Erano solitamente prigionieri di guerra o 
persone che avevano perso la libertà a causa di debiti o crimini. La loro vita era 
abbastanza tollerabile, vivevano nelle stesse case dei padroni ed erano trattati 
con rispetto. Coltivavano le terre dei loro padroni e ricevevano una parte dei 
prodotti coltivati. Erano anche obbligati a seguire i padroni nelle spedizioni di 
guerra.  
 
Questa situazione si modificò completamente con l’arrivo degli europei e 
con l’esplosione della tratta. Sempre più frequentemente, dei gruppi armati 
attaccavano popolazioni indifese con l’unico fine di raccogliere prigionieri da 
vendere ai bianchi. Quindi gli schiavi diventarono una proprietà economica di 
gran valore, con un buon prezzo ed un mercato sicuro.  
A Cuba la tratta era gestita prevalentemente da inglesi, portoghesi e 
francesi e solo più tardi, quando la Spagna liberalizzò i traffici, i sudditi 
spagnoli iniziarono a prendervi parte.  
Già nel 1505 i primi esploratori portoghesi conoscevano gli yoruba e 
facevano menzione dei loro territri. Pù tardi nel 1580, il regno dell’alafin 
Obalokun Erin entrò in contatto con i portoghesi. Nel secolo XVII, nel suo 
trattato di geografia apparso nel 1668, Olfert Dapper ci ha lasciato una 
descrizione molto dettagliata del regno di Ulkuma: “il regno di ulkuma o 
Ulkami, è situato ad est di Arder tra i regni di Arder e Benin a nord-est, ma non 
arriva al mare. Da questo regno molti schiavi, che vennero sia catturati in guerra 
sia ridotti in schiavitù per aver commesso dei misfatti, furono portati a Little 
Arder (Porto Novo) e lì venduti ai tedeschi e ai portoghesi, che li portarono 
nelle Indie Occidentali”. Talbot sospetta che questo regno corrisponda al regno 
di Oyó. Le notizie ottenute dai viaggiatori che visitarono l’interno dell’Africa, 
nella zona della tratta, non sono del tutto soddisfacenti, in quanto si prestano a 
gran confusione, impedendo di comprendere la differenza tra Ulkami ed Oyó. È 
significativo il contributo del geografo Bello de Hoossa, che parla di Oyó come 
regno di Yarba: “Yarba è una provincia estesa, contenente fiumi, foreste, 
spiagge, e montagne così come una serie di altre cose straordinarie. Da un lato 
di questa provincia c’è l’ormeggio per le navi dei cristiani, che sono soliti 
recarsi lì per acquistare schiavi. Questi schiavi erano esportati dalla nostra 
regione e venduti alla gente di Yarba, che a loro volta, li rivendevano ai 
cristiani. 
Gli abitanti di questa provincia si suppone siano i discendenti dei bambini 
di Canaan, della tribù di Nimrod. La causa del loro stabilirsi nell’Africa 
occidentale fu la conseguenza del fatto di essere guidati da Yaarooba, figlio di 
Kahtan, fuori dall’Arabia, verso la costa occidentale, tra l’Egitto e l’Abissinia. 
Da lì, avanzarono verso l’interno dell’Africa, sinchè raggiunsero Yarba, dove 
fissarono la loro residenza. Sulla strada lasciavano, in ogni posto in cui si 
fermavano, una tribù della loro gente. È per questo che si suppone che ogni tribù 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La santeria. Credenze e pratiche rituali di una religione afrocubana

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Lunesu
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Relatore: Roberto Malighetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

credenze religiose
cuba
religione
religioni afrocubane
santeria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi