Skip to content

La tutela penale dei dati biometrici nella disciplina in materia di privacy

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La tutela penale dei dati biometrici nella disciplina in materia di privacy, Pagina 3
8 
spazio proprio in cui nascondersi, per la ragione che ormai ogni individuo risulta 
facilmente identificabile e inquadrabile.  Infatti, “come i codici a barre, con cui vengono 
identificati alla cassa i prodotti che dobbiamo pagare, così le singole parti del corpo 
potrebbero diventare i codici a barre che dobbiamo esibire alla ‘cassa’ dei processi di 
identificazione e quindi delle condizioni di sicurezza”
3
.  
 La necessità di sicurezza
4
 si spinge verso una sorveglianza sempre più stretta dei 
cittadini, ma allo stesso tempo i diritti civili restano imprescindibili, quindi i dati personali 
devono ricevere una adeguata tutela. Del resto, avvertiva Benjamin Franklin già nel 1755: 
“Chi è pronto a rinunciare alle proprie libertà fondamentali per ottenere un po’ di 
sicurezza temporanea, non merita né libertà né sicurezza”
5
. 
 Si può allora facilmente comprendere il motivo dell’attenzione del legislatore 
nazionale (ed europeo) verso questa particolare e delicata tipologia di dati personali, che 
ha portato a distinguerli specificamente all’interno della più generica categoria di “dati 
sensibili”. Poiché l’utilizzo di questa particolare tipologia di dati personali può portare a 
un pregiudizio per i titolari dei dati trattati, soprattutto nel caso di un indebito utilizzo 
degli stessi al di fuori delle finalità per cui sono stati raccolti o nel caso di una loro non 
giustificata utilizzazione, diventa necessaria l’adozione di una serie di cautele, allo scopo 
di evitare danni ai soggetti coinvolti.  
La dottrina ha messo in luce le problematiche che possono scaturire dall’utilizzo 
incontrollato di tali dati affermando che “se libertà e spontaneità saranno confinati nei 
nostri spazi rigorosamente vietati, saremo portati a considerare lontano e ostile tutto quel 
che sta nel mondo esterno. Qui può essere il germe di nuovi conflitti, e dunque di una 
permanente e più radicale insicurezza, che contraddice il più forte argomento addotto per 
legittimare la sorveglianza, appunto la sua vocazione a produrre sicurezza”
6
. 
 Le stesse problematiche sono evidenziate dal Gruppo per la tutela delle persone 
con riguardo al trattamento dei dati personali, nel documento dell’agosto 2003, quando si 
afferma che “l’uso generalizzato e incontrollato della biometria solleva preoccupazioni 
 
3
 AMATO, Ai confini del corpo, in ID – CRISTOFORI – RACITI, Biometria, i codici a barre del corpo, 
Giappicchelli Editore, Torino, 2013, p. 5 e ss.  
4
 “Declaration on combatting terrorism” del Consiglio Europeo, Bruxelles 25 marzo 2004. Il Consiglio 
Europeo ha incaricato il Consiglio di esaminare misure relative all'istituzione di norme sulla conservazione 
dei dati relativi al traffico delle comunicazioni da parte dei fornitori di servizi. 
5
 FRANKLIN, Osservazioni riguardanti l'aumento dell'umanità, la popolazione di paesi, ecc., 1755.  
6
 RODOTÀ, Discorso del Presidente sulla Relazione 2002, 20 gennaio 2003.

Preview dalla tesi:

La tutela penale dei dati biometrici nella disciplina in materia di privacy

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cezar Stefan Cazan
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Riccardo Borsari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

privacy
biometria
dati biometrici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi