Skip to content

Leni Riefenstahl e l’estetica nazionalsocialista

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 disorganizzato di qualche imbecille. È più di un gesto stupido, ma è un qualcosa di criminale; il degradarlo a puro vandalismo è qualcosa della cui pericolosità ci si deve rendere conto subito. Guardandoci indietro non possiamo non ricordare come, fatalmente, si ridusse e ridimensionò il pericolo incarnato da Hitler, arrivando addirittura a deriderlo e a farsi beffe di lui apostrofandolo con una serie di nomignoli che spaziano da “pifferaio magico” a “figlioccio dell’inflazione”. Un altro fatto di attualità turbò le coscienze del nostro paese avvenne nel 2009 nell’ambito del decreto legislativo in ambito di sicurezza, che puntava alla gestione delle “ronde di quartiere”, Queste ronde cittadine sono sempre esistite, in particolare nelle grandi città, che per via delle loro dimensioni e alla presenza di aree degradate sono sempre le più soggette al crimine. Questa proposta prese una piega alquanto inquietante quando il leader dell’MSI (Movimento Sociale Italiano), Gaetano Saya, decise di istituire le cosiddette “ronde nere” o per i più fanatici “Guardia Nazionale Italiana”. Il partito, nato direttamente dal disciolto ed illegale PNF, il Partito Nazionale Fascista, poteva contare, a suo dire su oltre 2100 volontari su tutto il territorio pronti a vestire la divisa molto simile a quella delle “camicie brune” e che prevedeva una fascia da braccio nera sulla quale svettava il simbolo del sole nero, lo schwarze sonne, emblema della società segreta Thule. È più che evidente che si trattò di una provocazione di un partito piccolo e ai limiti della legalità. Ma anche in questo caso non si può ridimensionare il tutto come la trovata di un esaltato. Molti cittadini esasperati dalla criminalità dilagante videro di buon occhio questa iniziativa tanto che l’allora capo del governo, Silvio Berlusconi, si vide costretto a dare udienza a una delegata del movimento, la moglie del fondatore, alle date agli arresti domiciliari con l’accusa, assai meno goliardica, di avere istituito una polizia segreta parallela. Non rende certo più tranquilli sapere che questa pantomima è costata 11 mesi di reclusione per apologia di fascismo al leader del movimento, accusato anche del reato di riorganizzazione del disciolto partito fascista. Questi sono dunque i motivi che mi hanno portato ad approfondire questo argomento. La vita di una delle figure più interessanti del Terzo Reich è stato solo uno spunto per una riflessione di più ampio respiro. Analizzare il passato per comprendere meglio il presente è una delle prerogative più alte e nobili della storia. Una storia che non sia lo studio mnemonico di date o avvenimenti ma un passato da cui apprendere, una insostituibile chiave di lettura del presente e una guida che ci accompagni in un futuro più che mai incerto. «Ogni vera storia è sempre autobiografica» credeva Benedetto Croce. Con una autobiografia ho cominciato questo percorso.
Anteprima della tesi: Leni Riefenstahl e l’estetica nazionalsocialista, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Leni Riefenstahl e l’estetica nazionalsocialista

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicolas Zaganelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Maria Malatesta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

nazismo
estetica
guerra
nazionalsocialismo
seconda guerra mondiale
hitler
olympia
olimpiade
leni riefenstahl
ww2

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi