Skip to content

Moralità e religione nei cosiddetti "Scritti teologici giovanili" di Hegel

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Moralità e religione nei cosiddetti "Scritti teologici giovanili" di Hegel, Pagina 9
più interiore di una persona ( il “cuore” e il “sentimento” ) per poter divenire 
dinamici ed operativi. 
Il giovane Hegel, già con Religione popolare e cristianesimo, ha messo a punto 
un’intuizione fondamentale che è alla base di tutta una riflessione sedimentata 
nei cosiddetti  Scritti  teologici  giovanili  :  l’intreccio tra la religione e la vita. Si 
tratta di una tematica nuova quasi assente negli scritti kantiani di filosofia 
pratica che accentuano la dicotomia, spesso conflittuale, tra l’interiorità e 
l’esteriorità nell’uomo, tra lo spirito e la natura, tra il regno della libertà e quello 
della necessità. Se gli Scritti teologici giovanili ci danno l’impressione di trovarci di 
fronte ad un Hegel filo - rivoluzionario, non per questo il filosofo tedesco è un 
assertore deciso ed intransigente di una lotta a fondo e senza sconti ( come quella 
condotta dagli illuministi francesi ) alla tradizione, compresa quella cristiana;  
come pure non si fa mai sostenitore convinto del relativismo delle opinioni, anche 
quelle concernenti il rapporto dell’uomo con il sacro e, tantomeno, 
dell’agnosticismo e dell’ateismo. Il giovane Hegel sviluppa in modo personale 
alcune tematiche dell’Aufklärung, giungendo alla constatazione che la rivoluzione 
non ha il diritto di pregiudicare quello che è lo sviluppo storico dell’uomo in  
quanto sviluppo dell’autocoscienza razionale ( o dello Spirito ) con la conseguenza 
che qualsiasi processo consistente nell’adozione di schemi e preconcetti costruiti 
a tavolino, indipendentemente dallo sviluppo degli eventi, possa apparire  
controproducente. Puramente  illusorio, e  alquanto  fallimentare, si dimostra il 
tentativo di sradicare il cristianesimo dall’identità di una nazione, soprattutto  
quello messo in atto in Francia dall’estremismo giacobino proprio nel periodo in 
cui Hegel scrive il suo primo saggio di contenuto teologico. Quest’ultimo sostiene 
che ogni popolo ha la propria “forma storica determinata di religione” e che 
compito dello Stato è quello di custodirla. Secondo l’autore la religione svolge una 
funzione civile fin quando non venga deformata da dottrine superstiziose e, 
facendo ricorso all’artificiosità, divenga facile strumento nelle mani di un clero 
grossolano, o quanto peggio arroccato su posizioni  di  privilegio, e del potere del 
dispotismo. In altri termini : la religione dimostra la propria compatibilità con  la 
ragione fin quando non proibisce la responsabilizzazione di ogni singolo  
individuo e la maturazione in lui del senso del dovere morale. 
Il giovane Hegel incentra la sua iniziale speculazione attorno all’idea di una 
comunità organica, ben diversamente dalle prospettive titaniche e fortemente 
individualistiche di alcuni letterati preromantici tedeschi, e discostandosi 
dall’individualismo liberale che esaspera i diritti naturali inalienabili di ogni 
singolo, al quale il filosofo di Stoccarda preferisce giustapporre il “popolo” (“Volk”), 
la nazione, lo “spirito”. Ed anche quando utilizza ( come fa in Das Leben Jesu ) il 
termine di “cittadino”, non sembra avere in mente tanto la figura di un titolare di 
diritti anteriori allo Stato e alla collettività che, su un piano di parità e di 
uguaglianza con gli altri, entri a costituire lo Stato relazionandolo a se medesimo 
come garante delle sue esigenze e del pieno esercizio delle sue facoltà, quanto 
9

Preview dalla tesi:

Moralità e religione nei cosiddetti "Scritti teologici giovanili" di Hegel

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Cuccaro
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Marco Ivaldo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi