Skip to content

Naturalizzazioni e forme di biopolitica. Evoluzionismi, natura umana e suoi processi di politicizzazione.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Naturalizzazioni e forme di biopolitica. Evoluzionismi, natura umana e suoi processi di politicizzazione., Pagina 6
 12 
da sfondo epistemologico a questa riscrittura di Darwin, lascia intravedere una sorta di 
provvidenzialismo.  
Egemone in questa biologia evolutiva è dunque un selezionismo che cerca in qualche modo di 
prevedere la direzione dell’evoluzione, secondo il principio per cui la selezione premia gli 
organismi più adattati al proprio ambiente, fornendo loro una migliore combinazione delle proprie 
basi geniche, ai fini della riproduzione differenziale. Pertanto, seguendo queste argomentazioni 
“adattamentiste”, dovremmo avere un’evoluzione lineare, progressiva, in cui in maniera lenta ma 
costante si accumulano gli adattamenti che direzionano il percorso ottimale della storia evolutiva 
senza possibilità di altre vie percorribili. Un adattazionismo questo, che per funzionare ipotizza per 
il codice genetico la scomponibilità in unità di base separate, alle quali poter assegnare un valore 
specifico complessivo di adattamento, ipotizzato come misurabile e idealizzato dall’equazione “un 
gene un carattere”; ma il problema, per gli adattazionisti, è che entrambe le cose non sembrano 
essere vere, così come non vera risulta la postulata linearità dell’evoluzione, costantemente smentita 
dai dati e dalle riflessioni paleontologiche. 
Se l’organismo fosse esclusivamente un veicolo programmato per la sopravvivenza dei suoi geni, la 
selezione dovrebbe agire sulle singole parti organiche “programmate” da unità genetiche discrete; se 
così fosse, non sapremmo come spiegare perché la percentuale di DNA predisposta per la codifica 
di proteine è estremamente bassa. Il DNA di trascrizione è risultato infatti poco meno del due per 
cento, mentre il rimanente, circa il novantotto per cento, è costituito da sequenze ripetute, disperse 
su vari cromosomi (DNA ridondante); né sapremmo ipotizzare come mai a livello molecolare la 
maggior parte dei cambiamenti sia provocata dalla deriva casuale di geni mutanti. 
Ecco allora «cosa sono gli adattamenti agli occhi degli ultradarwinisti: espedienti per facilitare la 
diffusione genetica di un organismo» (Eldredge, 1999, pag. 43), riducendo così la complessità del 
vivente alla sola facoltà riproduttiva, vista, tra l’altro, come pre-programmata a livello genico, come 
se l’interazione uomo-ambiente non influisse nell’espressione genica3.  
Massimizzare l’adattamento come riproducibilità dell’organismo in quest’ottica sembra dunque 
essere il solo scopo della selezione in qualunque momento. Ma questa interpretazione “adattativa” 
sorvola sulla contingenza che interviene a tutti i livelli dell’evoluzione, dal gene al più complesso 
                                                 
3Da diverso tempo, grazie ad alcuni filosofi della biologia si discute di come le distinzioni tra il dominio dell’innato e 
quello dell’acquisito si fondano su assunzioni discutibili circa i meccanismi che producono il cambiamento nei sistemi 
in evoluzione. La loro è una visione che vede lo sviluppo come una miscela di livelli interdipendenti che possiamo 
distinguere tra loro solo per comodità epistemologica (Oyama, 2004);. Proprio secondo Oyama il principale attore 
dell’evoluzione è il sistema di sviluppo genetico-ambientale, una miscela eterogenea che non riguarda tanto i tratti 
discreti di informazione, quanto un vero e proprio bagaglio complesso dello sviluppo che comprende i geni, i 
meccanismi e le strutture cellulari, l’ambiente extracellulare, e anche elementi propri della cosiddetta natura secondaria 
come le cure parentali e in generale le relazioni col mondo. La materia soggetta a eredità diventa così qualcosa che è 
veramente impossibile separare in tratti discreti, e pertanto non può nemmeno essere ipotizzato alcun piano prefissato 
nei geni, poiché contribuiscono all’informazione che viene trasmessa nel ciclo della vita anche fattori non genetici. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Naturalizzazioni e forme di biopolitica. Evoluzionismi, natura umana e suoi processi di politicizzazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Vulcano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Elena Gagliasso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adattazionismo
althusser
animale ambientale
animale mondano
biopolitica
biopotere
canguilhem
consigliere
coscienza superiore
darwinismo
darwinismo neurale
dispositivi biopolitici
edelman
eldredge
equilibri punteggiati
evoluzionismi
foucault
gould
ideologia scientifica
neodarwinismo
neotenia
pievani
pluralismo darwiniano
politicizzazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi