Skip to content

Quaestiones Perpetuae

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Quaestiones Perpetuae, Pagina 10
 CAPITOLO I 
 
TRA IUDICIA POPULI E QUAESTIONES PERPETUAE: QUAESTIONES 
EXTRA ORDINEM 
 
 
§ 1. « Quaestiones extraordinariae anteriori al II sec. a.C.: la quaestio de veneficiis 
del 331 a.C. » 
 
Epilogo di un’importante fase evolutiva del diritto processuale-penale romano-antico, le 
quaestiones perpetuae
47
, che dovevano, in un primo momento, limitare, poi assorbire l’antico 
processo dinnanzi ai comizi, finirono per imporsi quale organo ordinario di repressione 
criminale dell’ultima età repubblicana e dei primi tempi dell’impero
48
. Il passaggio da un 
sistema processuale di tipo inquisitorio, iudicia populi, in auge per buona parte del periodo 
repubblicano, ad un sistema processuale accusatorio, quale fu quello per quaestiones perpetuae, 
fu indubbiamente lento e graduale, e probabilmente non si giunse mai completamente ad 
esautorare l’attività processuale assembleare. Numerose fonti letterarie
49
 attesterebbero, inoltre, 
l’esistenza, accanto al sistema procedurale ordinario proprio dei tribunali permanenti, di un 
analoga struttura processuale extraordinaria o extra ordinem
50
. Denominazione, questa, di uso 
convenzionale tra gli studiosi, ma assente nelle fonti ( in cui  semmai si parla di quaestiones 
cotidianae
51
 ) e fondata, soprattutto, sull’indicazione extra ordinem contenuta in Livio 39, 16, 
12, a sua volta ricollegabile, secondo Venturini
52
, alla recezione, da parte del Patavino, del suo 
uso in epoca ciceroniana per designare non solo i giudizi dinanzi alle singole corti permanenti
53
, 
ma anche tipi particolari di quaestiones promosse dal senato in rapporto ad illeciti già 
menzionati nell’ambito delle stesse quaestiones perpetuae
54
. Nelle ricerche dedicate al diritto 
criminale dell’età repubblicana la locuzione quaestio extra ordinem, o extraordinaria, è entrata 
da tempo nell’uso comune per designare in modo globale i procedimenti diretti a sanzionare 
situazioni pregresse, destinati ad esplicare, in rapporto a singoli casi, una competenza di 
carattere retroattivo. Il problema fondamentale posto da tali strumenti repressivi è stato a lungo  
 
                                                 
47
F.De Sanctis, “Storia dei Romani”, vol. IV, pt. II, tomo 2 - p.532, nt.109, 1907-1964. 
48
B.Santalucia, “Diritto e processo penale nell’antica Roma”, Giuffrè, Milano 1998, p.103.  
49
T.Livio, 39, 16, 12; Cicerone, “Pro Milone”, 14; Asconio, in “Milionianam”, ed. Clark, p. 44 e Schol.Bob., “Pro Archia”, ed. 
Stangel, p.177 
50
Cfr.C.Venturini, “Processo penale e società politica nella Roma Repubblicana”, Pacini, Pisa 1996, p.87, dalla fine del V secolo 
a.C. all’età graccana le fonti menzionano un certo numero di “quaestiones” operate dai magistrati romani nei confronti di cittadini 
stessi, alcune promosse mediante plebiscito ed altre attuate dai magistrati stessi, in sintonia con una corrispondente volontà del 
senato. L’elenco più completo è tuttora quello presente in J.L. Strachan Davidson, “Problems of the Roman Criminal Law”, Oxford 
1912, 1, pp.225 e ss., 237 e ss. 
51
Cicerone, “De Natura Deorum” 3, 74. C.Venturini, “Processo penale e società politica nella Roma Repubblicana”, Pacini, Pisa 
1996, p.159, nt.1, “locuzione comunque non adeguata, dal momento che nel passo in questione essa risulta usata proprio con 
riferimento all’attività di taluni tribunali permanenti, per rilevare la loro frequente attivazione”. 
52
C.Venturini, “Processo penale e società politica nella Roma Repubblicana”, Pacini, Pisa 1996,p.89, nt.9. 
53
Cicerone, ”Pro Caelio”, 1; “Ad Familiares” 8, 8, 1. 
54
Cfr. Cicerone, “Pro Milone”, 14; Asconio, 3. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Quaestiones Perpetuae

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Rosaria Converso
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Francesco Lucrezi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

caelio
carcerazione preventiva
carcere romano
de veneficio
divinatio
garantismo
giuiria popolare
lex fufia et pompeia
lex tabulae bembinae
malversazione
nominis delatio
poena capitalis
postulatio
provocatio ad populum
quaestiones extraordinarie
quaestiones perpetuae
sistema accusatorio
sistema inquisitorio
tribunali criminali
verre

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi