Skip to content

Ricostruzione massmediatica di quattro casi di omicidio-suicidio in Romagna

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Ricostruzione massmediatica di quattro casi di omicidio-suicidio in Romagna, Pagina 4
riferimento al medesimo   range  temporale, compaiono Trieste, Aosta, Carbonia­Iglesias,   Rieti, Sondrio e Forl ì­Cesena.
Infine, in funzione della capacit à demografica dei singoli comuni, si rileva che in quelli   con una popolazione compresa fra i quindicimila e i cinquantamila abitanti si raggiunge   l'acme  del   numero   dei   casi,   staccando   di   alcuni   punti   percentuale   le   grandi   citt à  metropolitane con oltre duecentocinquantamila unit à, mentre il  nadir,  confermando le nostre   aspettative,   si   registra   nei   piccoli   centri   con   una   popolazione   inferiore   ai   cinquemila   abitanti, dove le strette maglie della rete di relazioni interpersonali spesso, ma non sempre,   costituiscono   un   valido   deterrente   verso   coloro   che   sono   intenzionati   a   farsi   giustizia   autonomamente e in maniera piuttosto sommaria.  In tali realt à, estranee a quelle dinamiche relazionali tipicamente metropolitane scandite   dal frenetico scorrere dei minuti,  è tramite la prossimit à, il vivere a stretto contatto gli uni   con gli altri, che prende forma il noto luogo comune del “tutti sanno dei fatti di tutti”, grazie   al quale molto spesso personaggi di spicco della comunit à, come il parroco e il sindaco ad   esempio, possono adoperarsi, autonomamente o su richiesta di altri cittadini, per evitare che   un   componente   del   gruppo   si   macchi   di   crimini   efferati   per   risolvere   una     questione   personale.
Paradossalmente, tuttavia, in certi contesti  è proprio la prossimit à il fattore precipitante di   una condizione dominata da relazioni altamente conflittuali, responsabili di un costante   clima di tensione che spesso culmina in un episodio delittuoso.
Proprio per questo motivo, un fenomeno a cui i media danno sempre maggior risalto,   spesso andando oltre i dogmi etici e deontologici che dovrebbero costituire l'essenza del loro   ruolo,  è quello degli omicidi che avvengono fra le mura domestiche, sublimazione del   delitto di prossimit à.
  Da sempre la famiglia rappresenta l'embrione della societ à, tanto che anche il nostro   testo costituzionale, all'articolo 29 del Titolo II, afferma che “ La Repubblica riconosce i   diritti della famiglia come societ à naturale fondata sul matrimonio” .  Essa  è, quindi, un   microcosmo relazionale dalle dinamiche instabili e complesse, attraverso le quali i suoi   componenti si strutturano culturalmente e psicologicamente, acquisendo allo stesso tempo   funzioni e ruoli sociali.
  Come tutte le societ à, inoltre, la famiglia si  è evoluta rispetto al passato: la classica   immagine di genitori e figli riuniti intorno al medesimo tavolo in un'atmosfera armoniosa e   rilassata  è svanita, come pure l'austera figura del  pater familias  quale  primus inter pares  e   unico depositario del potere decisionale.
  La famiglia contemporanea  è pi ù simile ad un   patchwork(Magni 2005) ,  un sistema   caratterizzato   da   una   costante   instabilit à   affettiva,   da   dinamiche   sempre   pi ù   inquiete   e   conflittuali che costringono i vari componenti a ricercare altrove nuove forme relazionali e   nuovi modelli di riferimento. E' un sistema di segmenti che tendono al parallelismo, ognuno   portatore di un narrato che non solo non converge, ma addirittura entra in conflitto con   quello degli altri familiari, creando un' escalation di tensione che sempre pi ù spesso culmina   nella violenza.
  La   famiglia   è   venuta   dunque   a   perdere   la   propria   dimensione   storica,   la   propria   profondità   temporale,   potendo   offrire   solo   una   moltitudine   di   istantanee   della   propria   esistenza,   privilegiando   esclusivamente   la   contingenza,   l' hic   et   nunc   di   ogni   suo                                                                             8          

Preview dalla tesi:

Ricostruzione massmediatica di quattro casi di omicidio-suicidio in Romagna

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Genick
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociologiche
  Relatore: Roberta Bisi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

famiglia
relazioni familiari
sociologia
criminologia
fatto sociale
criminodinamica
medicalizzazione
omicidio-suicidio
spettacolarizzazione massmediatica del crimine
patchwork
delitti familiari
caino

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi