Skip to content

Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo, Pagina 2
2 
 
propria terra da parte dei Sardi, in un percorso finalizzato alla conquista 
dell’indipendenza5. 
La notizia trovò spazio sui maggiori media nazionali6, sebbene venne 
affrontata, soprattutto dalla carta stampata, con una punta di ironia. Su 
«L’Occidentale»7, ad esempio, l’occupazione suscitò quasi ilarità8, su «La 
Repubblica.it»9 l’impresa fu definita il frutto dell’«ingenuo indipendentismo di 
Salvatore Meloni»10.  
L’episodio, conclusosi a gennaio del 2009 grazie all’intervento della Guardia 
Forestale e della Capitaneria di porto11, ha avuto il merito far conoscere al grande 
pubblico l’esistenza, in Sardegna, di un sentimento indipendentista. Sebbene 
ancora limitati in termini elettorale, i movimenti politici che si prefiggono tale 
obbiettivo sono in forte crescita. Una presenza testimoniata anche dalle  molteplici 
scritte e murales visibili nelle città della Sardegna: slogan, rigidamente in lingua 
sarda, inneggianti l’indipendenza e rimarcanti la diversità dell’isola rispetto al 
“continente”12. In particolare Orgosolo, cittadina della Barbagia, è divenuta 
famosa, oltre che per le tristi notizie di cronaca, anche per gli oltre 150 murales a 
sfondo politico presenti sui muri delle strade. Tra questi, uno dei più famosi è 
quello raffigurante il patriota Giovanni Maria Angioy, la bandiera dei quattro mori 
                                                          
5
 «”Mal di Ventre rappresenta un simbolo di riappropriazione dei territori dei sardi, che ci sono 
stati arbitrariamente sottratti”, ha spiegato il legale di Salvatore Meloni, comunicando un 
messaggio del suo assistito», R. Petretto, Mal di Ventre Stato autonomo, in «La Nuova Sardegna», 
26 agosto 2008. 
6
 Il servizio trasmesso dal telegiornale Studio Aperto è visibile all’indirizzo 
http://www.youtube.com/watch?v=wfNH9wv9UVs 
7
 
http://www.loccidentale.it/articolo/indipendentisti+sardi+occupano+isola+mal+di+ventre.0056624 
8
 Il giornalista, dopo aver sollevato dubbi sul fatto che gli occupanti si interessassero realmente 
alla pulizia e alla salvaguardia ambientale dell’isola, terminava il pezzo con la seguente 
espressione: «Quando si dice ridere per non piangere», ibidem. 
9
 http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/08/27/mercoledi.html 
10
 Ibidem. 
11
 «Dopo cinque mesi la "repubblica di Malu Entu" è caduta. Gli uomini della Guardia forestale e 
della Capitaneria di porto sono sbarcati sull'isola di Mal di Ventre, al largo di Oristano, mettendo 
fine all'autoproclamato stato indipendente, guidato da Salvatore Meloni. Sgomberate le tende e le 
attrezzature da campeggio (…). Meloni e altre cinque attivisti del Partidu Indipendentista Sardu 
sono stati accusati di aver trasformato in area abitativa una zona sulla quale ci sono stretti vincoli 
ambientali. (…) Subito dopo l'intervento dei militari, Meloni è tornata sull'isola per rioccuparla 
simbolicamente. Mentre uno dei suoi fedelissimi si è incatenato davanti al tribunale di Oristano. 
Meloni, infatti, rivendica la proprietà per usucapione»,  
http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/cronaca/malu-entu/malu-entu/malu-entu.html 
12
 Le scritte più ricorrenti sono: “Indipendentzia” e “Sardigna no est Italia”. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Sardigna no est Italia. Storia del movimento indipendentista sardo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Paradiso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Alessandro Volpi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

a manca pro s'indipendentzia
antonio cassitta
antonio simon mossa
bastia pirisi
bastianu cumpostu
colonialismo
emilio lussu/
gavino sale
giovanni maria angioy
indipendentismo sardo
indipendentzia repubrica de sardigna
lega sarda
neosardismo
partito comunista di sardegna
partito sardo d'azione
regione autonoma sardegna
sardegna
sardigna natzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi