Skip to content

Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media, Pagina 5
 8
società civile a prendere posizione su di esso e a dividersi in schieramenti contrapposti. 
L’associazione dell’evento G8 alla issue globalizzazione ha così costituito “la fonte 
della rilevanza di attualità di un evento che, senza di essa, avrebbe destato forse assai 
meno attenzione” (ibidem, 70).    
Il sistema dei media ha “costruito” l’evento G8 attraverso la trattazione di diversi temi 
(l’organizzazione dell’evento, l’universo della protesta, l’ordine pubblico, i temi sul 
tappeto, le indagini parlamentari e giudiziarie, tra i principali) che hanno contribuito ad 
arricchire il racconto narrativo dei fatti legati al summit di Genova. 
Durante la ricerca svolta sulla stampa nazionale
9
, lo spazio temporale del coverage 
giornalistico del G8 di Genova è stato suddiviso nelle fasi prima, durante e dopo il 
summit. Si è potuto così osservare come ad ogni differente fase i temi legati all’evento 
abbiano variato il loro peso in termini di rilevanza nella copertura offerta loro dai 
media
10
.  
 
Il G8 diventa media event
11
 per la portata internazionale della contestazione che fa 
mobilitare migliaia di individui uniti dalla comune rivendicazione di una 
“globalizzazione dei diritti”. La mobilitazione dei contestatori in vista del G8 è stata 
raccontata dai media come un “contro-evento” dal contenuto altamente spettacolare. 
L’informazione fornita dai media a riguardo ha cercato di esaltare gli aspetti più idonei 
alla necessità di confezionare nel migliore dei modi possibili il prodotto-notizia. 
L’effetto di spettacolarizzazione è particolarmente evidente nel caso dell’informazione 
televisiva. “La televisione richiede spettacolo e crea spettacolo” (Statera, 1986, 22). 
Osservano Dayan e Katz: 
 
“Oltre a costruire la cornice semantica dell’evento televisivo, la televisione costruisce una cornice 
attorno alla cornice. Essa organizza le circostanze di fruizione, mettendo attorno all’evento – prima e 
dopo – altri programmi che lo fanno apparire come l’unica realtà importante. In questo caso la 
televisione sottomette gli spettatori ad un complesso rito di passaggio, sovvertendo l’usuale definizione di 
ciò che è “ importante”, “reale” o “serio” (Dayan e Katz, 1992, 114-115). 
 
I programmi di attualità si concentrano così sui dibattiti che riguardano l’evento e le 
issue che l’evento stesso contribuisce ad evidenziare, focalizzando l’attenzione dello 
spettatore sull’importanza (a volte fittizia) della celebrazione dell’evento.  
 
La necessità di costruire lo spettacolo politico, in particolare, stimola i media a creare, 
riferire e redigere le notizie modellandole in modo da attrarre il pubblico. In un simile 
contesto, “la drammatizzazione, la semplificazione e la personificazione (compresa la 
personificazione di tendenze storiche e di istituzioni sociali per mezzo di leader e 
nemici) sono strumenti tipici, soprattutto nei titoli di testa e nelle affermazioni 
chiave”(Edelman, 1988, 85). 
Nel raccontare il susseguirsi degli accadimenti legati al summit del G8, i media, hanno 
enfatizzato i toni conflittuali tra le parti, creando dei veri e propri blocchi contrapposti: 
il G8 e gli anti-G8, il GSF e il Governo; il GSF e le forze dell’ordine; l’Opposizione e la 
Maggioranza.  
                                                 
9
 Il presente lavoro utilizza i dati raccolti durante nove mesi di monitoraggio su quattro importanti 
quotidiani nazionali: La Stampa, La Repubblica, Il Corriere della Sera e Il Giornale. 
10
 Nel caso del G8 di Genova il tema ordine pubblico ha mantenuto in tutte e tre le fasi la maggior 
percentuale di trattazione, divenendo la questione saliente che ha animato i dibattiti politici ( § 3.3.). 
11
 Con “media event” intendiamo una vicenda il cui significato, attraverso l’intervento dei media, viene 
“dilatato e stravolto” trasformando il fatto stesso in un evento spettacolare. Una buona analisi della messa 
in scena delle “grandi cerimonie” dei media (come diretta conseguenza della loro necessità di 
spettacolarizzare gli eventi) si trova in Dayan e Katz, 1992.     

Preview dalla tesi:

Tematizzare il G8. Il dibattito sul vertice di Genova nei media

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michela Vindrola
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Franca Roncarolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 208

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

black block
comunicazione politica
g8
genoa social forum
globalizzazione
mass-media
media logic
no global
popolo di seattle
summit
tematizzazione
vertice internazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi