Skip to content

Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg, Pagina 13
Büßerin in der Hülle des Zauberweibes. Es gebe aber ein Instrument, das heißt: ein 
musikalisches Verwirklichungsmittel, durch das die Musik zwar hörbar, aber auf eine 
halb unsinnliche, fast abstrakte und darum ihrer geistigen Natur eigentümlich gemäße 
Weise hörbar werde, und das sei das Klavier.
26
 
 
La contrapposizione precoce che s’instaura fra le composizioni di Leverkühn, 
già al tempo della prima fantasia orchestrale, e l’“hypertrophische[r] 
Klangapparat des nach-romantischen Riesenorchesters”
27
 di reminiscenza 
wagneriana, che condurrà al proponimento di reinserire la musica nella 
controllata vocalità di una polifonia dal sapore barocco, attraverso la 
restaurazione dei generi sacri dell’oratorio e della cantata, emerge pure 
dall’atteggiamento con cui Adrian generalmente si rivolge all’arte, ossia con uno 
studiato solipsismo, concentrato sul controllo raziocinante di un linguaggio 
acustico che non per forza deve essere udito, e con la ricerca di nuovi orizzonti 
artistici contrari alla categoria del “bello”: già nella considerazione del Fidelio 
beethoveniano, alla cui rappresentazione il protagonista assiste alla fine del suo 
percorso scolastico, la musica grandiosa dell’Ouverture n. 3 è definita in termini 
di energia e nobiltà, opponendosi ad una sonorità etichettabile come “bella”, la 
cui indicazione è invece riconducibile alle armonie wagneriane: 
 
Höchst nobel und großsinnig ist das alles, gehalten geistvoll und eher nüchtern, […] den 
Triumph «an sich», - ich mag es nicht schön nennen, das Wort Schönheit war mir 
immer halb widerwärtig, es hat so ein dummes Gesicht, und den Leuten ist lüstern und 
faul zu Mut, wenn sie’s sagen. Aber es ist gut, gut im Extrem, es könnte nicht besser 
sein, es dürfte vielleicht nicht besser sein.
28
 
                                                           
26
 Ibid., p. 85. Si noti come, argomenta Kretzschmar, a sottolineare l’importanza dello studio del pianoforte 
sia proprio l’“Orchesterheros und gelernter Massenerschütterer, […] Musik-Theatraliker” Richard Wagner, 
il quale si esprime in modo decisamente entusiasta a proposito della “Hammerklaviersonate” di 
Beethoven. L’episodio dell’apprezzamento della sonata beethoveniana è riportato da Mann già in Richard 
Wagner und der «Ring des Nibelungen» del 1937. Cfr. ibid., p. 86; Th. Mann, Richard Wagner und der 
«Ring des Nibelungen», in (hrsg.) H. R. Vaget, Im Schatten Wagners, Fischer 2005, p. 156 e R. Wimmer, 
“«Ah, ça c’est bien allemand, par exemple!». Richard Wagner in Thomas Manns Doktor Faustus“, in 
(hrsg.) H. Gockel, M. Neumann und R. Wimmer, Wagner-Nietzsche-Thomas Mann. Festschrift für Eckhard 
Heftrich, Klostermann, Frankfurt am Main 1993, pp. 53-55. 
27
 Th. Mann, Doktor Faustus, p. 202. 
28
 Ibid., p. 110. Cfr. GKFA 10.2, p. 321. Il concetto estetico del “bello” richiama per associazione quello di 
“sublime” e una tale contrapposizione risulta essere particolarmente viva nel panorama letterario tedesco. 
Tuttavia, nel Faustus non paiono esserci riferimenti evidenti, tranne per la connotazione che Adrian offre 
del Fidelio beethoveniano, caso unico nel romanzo in cui viene ripresa l’antitesi estetica: „[…] endlich die 
erhabene Humanität und Brüderlichkeit des Fidelio mit der großen Ouvertüre in C […]”, in Th. Mann, 
Doktor Faustus, p. 109. La critica riporta in proposito un passo estrapolato dalle Betrachtungen, che 
richiama il tono adottato dal protagonista faustiano: „Nie war es mir um »Schönheit« zu tun. »Schönheit« 
war mir immer etwas für Italiener und Katzelmacher des Geistes, - nichts Deutsches im Grunde und 
namentlich nicht Sache und Geschmack einer künstlerischen Deutsch-Bürgerlichkeit.“ (cfr. GKFA 10.2, p. 
321), benchØ nello spunto tratto dal Faustus non sia lecito leggere una medesima contrapposizione fra 
una “Deutsch-Bürgerlichkeit” e l’indicazione di “Italiener und Katzelmacher des Geistes”, poichØ Adrian sta 
differenziando la seduzione di un “bello” armonico-orchestrale, di ascendenza wagneriana, dalla potenza

Preview dalla tesi:

Thomas Mann e Adrian Leverkühn. L’ideazione del romanzo «Doktor Faustus» tra Wagner, Adorno e Schönberg

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Savietto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Marco Rispoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 319

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

thomas mann
dodecafonia
doktor faustus
t. w. adorno
a. schoenberg
romanzo dell'esilio
r. wagner

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi