Skip to content

I regimi ibridi: il caso del Nicaragua

Informazioni tesi

  Autore: Federico Brandizi
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Rosalba Chiarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

Alla base di questo studio vi è l’analisi del processo di democratizzazione che ha avuto luogo in Nicaragua, delle varie fasi in cui esso si struttura, delle sue dimensioni di variazione e dunque del fenomeno conosciuto come regime ibrido. In particolare, tale elaborato tenta di rispondere ai seguenti quesiti: “Può il caso nicaraguense essere classificato sotto la denominazione di regime ibrido? Se sì, all’interno di quale sotto-tipizzazione? Quali caratteristiche sono presenti in quest’ultima?”
Le motivazioni che mi hanno portato a scegliere sia il fenomeno dei regimi ibridi che il caso nicaraguense come protagonisti della mia ricerca hanno una duplice natura: la prima di carattere personale mentre la seconda di carattere scientifico.
Innanzitutto, sin da quando mi sono approcciato allo studio della Scienza Politica, il tema riguardante i regimi ibridi ha immediatamente suscitato in me un vivo interesse, alimentato dalla curiosità per l’argomento e affascinato per le prospettive di ricerca in continua evoluzione. Per quanto riguarda la scelta del piccolo ma singolare stato centroamericano, ebbene, tale interesse si è sviluppato parallelamente all’attenzione mediatica che hanno provocato gli ultimi accadimenti nel paese a partire dal 2018.
Dunque, ho pensato di poter coniugare il desiderio di approfondire il tema dei regimi ibridi con un caso riguardante l’attualità politica, consapevole del fatto che sarebbe stata per me una sfida complessa ma pur sempre piacevole.
Sulla scia di tale decisione, ho impostato la mia ricerca. L’elaborato si divide in tre capitoli. Il primo di essi ha carattere essenzialmente teorico, mentre gli altri due uniscono alla parte concettuale l’elemento empirico. Nel primo capitolo, dopo aver introdotto il concetto di democrazia e lo studio delle sue accezioni, si è proceduto con un’analisi dei regimi democratici e non democratici (autoritario, totalitario e tradizionale) usando come base scientifica la descrizione operata da Morlino. Nelle ultime pagine, invece, si è dato spazio all’esposizione dei principali contributi presenti nella letteratura scientifica allo studio dei regimi ibridi, tra cui quelli di Morlino e Karl, per poi definire le caratteristiche comuni a tutte le definizioni prese in considerazione. Il secondo capitolo, invece, si è concentrato sull’analisi teorica ed empirica delle prime due fasi del processo di democratizzazione, cioè crisi e conseguente crollo del regime somozista e transizione. Infine, l’ultimo capitolo ha esaminato, sempre a livello concettuale ed empirico, la fase dell’instaurazione, le cause ed i motivi del mancato consolidamento democratico e la conseguente affermazione di un esito ibrido.
In merito ai risultati ottenuti, infine, è possibile affermare sin da subito che le ipotesi su cui tale ricerca si fonda saranno ampiamente discusse in modo tale da poter affermare, ancor prima di giungere alle conclusioni, che è possibile affermare l’esistenza della categoria dei regimi ibridi, che il Nicaragua presenta caratteristiche ascrivibili a tale classificazione e che il consolidamento di tale dinamica si concretizza a partire dal terzo mandato presidenziale di Daniel Ortega.

Informazioni tesi

  Autore: Federico Brandizi
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Rosalba Chiarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 97

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
34 CAP IT O L O SE CO NDO L O ST UDIO DE I PR OC E SSI DI DE MOC R AT IZ Z AZ IONE : IL PASSAGGIO DAL VE C C HIO AL NUOVO R E GIME C ome già c hia rito ne l pre c e de nte c a pitolo (ve di c a p. I), pe r i fini c he ta le e la bora to si propone , è impre sc indibile pa rtire da un’a na lisi de i proc e ssi di de moc ra tiz z a z ione se si vuole spie ga re la dina mic a e volutiva di un de te rmina to re gime c he porti a d osse rva re c ome risulta to ultimo il fe nome no ibrido. Inoltre , prima di sposta re l’a tte nz ione sul c a so spe c ific o de l Nic a ra gua , è utile muove re da un’a na lisi te oric a e più ge ne ra le de l proc e sso di de moc ra tiz z a z ione , se mpre se gue ndo il qua dro di ric e rc a de line a to da Morlino, pe r giunge re a d a na liz z a re i singoli proc e ssi c he de sc rivono la dina mic a di un re gime de moc ra tic o. Que st’ultima è c omposta da qua ttro fa si: c risi e d e ve ntua le c rollo de l ve c c hio re gime , tra nsiz ione , insta ura z ione e c onsolida me nto de l nuovo re gime . Ovvia me nte la re a ltà e mpiric a non se mpre ric a lc a pe rfe tta me nte la de finiz ione te oric a , ta nto c he le va rie fa si possono tra loro sovra pporsi, pre se nta rsi c on c ontorni poc o de finiti e dunque re nde re a rduo il c ompito de gli sc ie nz ia ti politic i di individua re il mome nto in c ui si pa ssa da un proc e sso a ll’a ltro. Non ma nc a no pe ra ltro c a si di studio in c ui i re gimi in e sa me , dopo a ve r intra pre so un proc e sso di de moc ra tiz z a z ione , a bbia no soffe rto una ba ttuta d’a rre sto prima di giunge re a lla fa se fina le (que lla de l c onsolida me nto de moc ra tic o) ovve ro, dopo a ve rla ra ggiunta , sia no sta ti c olti da c risi di insta bilità c he ha prodotto una re gre ssione a forme non de moc ra tic he . Infine , pe r motivi pra tic i, si è pre fe rito suddivide re in due pa rti l’a na lisi de lle qua ttro fa si; in que sto c a pitolo ve rrà a na liz z a to il c a so de l c rollo e de lla tra nsiz ione de moc ra tic a , me ntre ne l prossimo, ogge tto di a na lisi sa ra nno le fa si de ll’insta ura z ione e de l ma nc a to c onsolida me nto de moc ra tic o. 2.1 L A PR IMA FASE : C R ISI E C R OL L O DE L R E GIME L a c risi de l re gime non de moc ra tic o, tra diz iona le o a utorita rio c he sia , può ma nife sta rsi in molti modi e pre se nta re c a use note volme nte dive rse da pa e se a pa e se . Si può ma nife sta re , a d e se mpio, a ttra ve rso: a ) c re sc ita de lla viole nz a , c on e pisodi di te rrorismo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

transizione democratica
nicaragua
consolidamento democratico
regimi ibridi
ortega daniel
sandinismo
rivoluzione sandinista
somoza
processo democratizzazione
instaurazione democratica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi