Skip to content

Un'euristica della persuasione: il principio della riprova sociale

Informazioni tesi

  Autore: Nicole Franzoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Massimo Martini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

Al giorno d'oggi siamo costantemente bombardati da messaggi che tentano in ogni modo di persuaderci. Molte delle comunicazioni che riceviamo durante la giornata cercano di cambiare le nostre opinioni e i nostri atteggiamenti, ma soprattutto hanno l'obiettivo di dirigere il nostro comportamento verso una specifica azione: comprare un determinato prodotto, votare quel candidato, usufruire di qualche servizio, fare una donazione.
Importante è l'influenza esercitata dai mass media. Essi diffondono modelli di comportamento all'interno delle canzoni, dei film o in altri spettacoli, che non avendo finalità esplicitamente persuasive risultano più credibili agli occhi del pubblico.
Alla base della persuasione vi sono sei principi fondamentali, a ognuno dei quali corrisponderebbe un'euristica, una “scorciatoia”, in grado di attivare il nostro comportamento automatico e indurci a dire di sì senza prima riflettere.
Secondo il principio della riprova sociale "uno dei mezzi che usiamo per decidere che cos'è giusto è cercar di scoprire che cosa gli altri considerano giusto" e più grande è il numero di persone che compiono una determinata azione, più saremo portati a credere che si tratti di un'azione corretta.
Ma non sono soltanto i comportamenti meritevoli a essere influenzati dagli altri.
Problemi sociali possono sorgere quando l'informazione che proviene dagli altri è in contrasto con una determinata norma.
La riprova sociale non riguarda soltanto aspetti marginali della vita quotidiana, ma coinvolge anche fenomeni ben più complessi che è giusto conoscere.
L'influenza dei mass media coinvolge vari aspetti dell'individuo. La rappresentazione della violenza può essere un'occasione per prendere le distanze dalla vera violenza, ma può anche rafforzare, incoraggiare e giustificare una mentalità aggressiva.
La televisione si può considerare oggi uno dei più importanti narratori di storie e ha la capacità di raggiungere un gran numero di destinatari. La violenza narrata si intreccia con la violenza agita e assolve una funzione persuasiva.
Di solito le persone tendono a imitare il comportamento di coloro che vedono e ammirano in televisione. Questa tendenza all'imitazione, anche se non manca in certi casi di favorire comportamenti pro-sociali, può produrre effetti distruttivi sia per la persona che per gli altri.
I film di azione e di violenza se da un lato possono confinare i desideri distruttivi nel mondo dell'immaginazione e della fantasia, dall'altro possono favorire fenomeni di bullismo e di imitazione.
Uno dei casi poi in cui si verifica maggiormente il principio di riprova sociale riguarda le condizioni di incertezza. Quando ci si trova in una situazione ambigua è naturale guardare al comportamento degli altri per decidere cosa fare. Facendo ciò però, non consideriamo la possibilità che anche gli altri si stiano guardando intorno alla ricerca di una qualche riprova sociale. E` a questo punto che scatta il fenomeno dell' “ignoranza collettiva”.
Tale concetto può essere usato per spiegare un altro fenomeno, detto “bystander effect”: esso si riferisce ai casi in cui gli individui non offrono alcun aiuto ad una persona in difficoltà, in una situazione d'emergenza, quando sono presenti anche altre persone.
Infine, un altro fenomeno rilevante che è necessario sottolineare è quello dei suicidi per imitazione.
Questo preoccupante fenomeno di emulazione non si verifica soltanto nei confronti di personaggi dello spettacolo, ma anche imitando il gesto di persone comuni.
Le persone agiscono quindi in base al principio della riprova sociale, pensando che quest'atto estremo possa essere la soluzione giusta, così come lo è stata per qualcun altro simile a loro o che rappresentava un modello, con cui potevano facilmente identificarsi.
La riprova sociale può essere usata anche per meglio spiegare alcuni suicidi di massa avvenuti nella nostra epoca.
In conclusione le persone sono poco consapevoli delle influenze che subiscono. Siamo inoltre portati a credere che gli altri siano più vulnerabili di noi ai messaggi persuasivi.
In realtà nessuno di noi ne è immune: noi tutti possiamo essere fonte o bersaglio di persuasione.

Informazioni tesi

  Autore: Nicole Franzoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Massimo Martini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. Intr oduz i one sul l a pe r suasi one C on i l t e rm i ne pe rsua si one ge ne ra l m e nt e si i nt e nde un proc e sso di c om uni c a z i one ne l qua l e una font e pre se nt a a rgom e nt i , fa t t i , ra gi ona m e nt i e c onc l usi oni di re t t i a i ndurre un c a m bi a m e nt o ne l ri c e ve nt e . Pe r i sofi st i l a pe rsua si one e ra ne c e ssa ri a pe r de t e rm i na re l a m i gl i or l i ne a di c ondot t a da t e ne re i n una da t a si t ua z i one . R a gi ona ndo e di sc ut e ndo è possi bi l e i nfa t t i a na l i z z a re va nt a ggi e sva nt a ggi di un da t o c om port a m e nt o. Pl a t one , c he c re de va i n una ve ri t à a ssol ut a a c ui si pot e va a rri va re sol t a nt o a t t ra ve rso l a fi l osofi a , ri fi ut ò l a posi z i one de i sofi st i . At t orno a l 323 a .C . Ari st ot e l e ri c onc i l i ò l e due posi z i oni , e l a bora ndo l a pri m a t e ori a ge ne ra l e de l l a pe rsua si one , c ont e nut a ne l l a R e t ori c a , dove sost i e ne c he l o sc opo de l l a pe rsua si one è l a c om uni c a z i one di un punt o di vi st a o di una posi z i one . E gl i i de nt i fi c a va t re di ve rsi a spe t t i : l a font e , i l m e ssa ggi o e l e e m oz i oni de l pubbl i c o. “ B i sogna se m bra re di pa rl a re non a d a rt e , m a na t ura l m e nt e : que st o i nfa t t i è pe rsua si vo, m e nt re que l l o è l 'oppost o” (Pi a t t e l l i Pa l m a ri ni , 2009, p. 11). L a t ra di z i one di de c i de re a t t ra ve rso l a pe rsua si one ve nne m a nt e nut a a nc he da gl i a nt i c hi rom a ni c he , a di ffe re nz a de i gre c i , usa va no pe rsua sori profe ssi oni st i , i l pi ù fa m oso de i qua l i fu c e rt a m e nt e C i c e rone . Da gl i st udi di L e wi n e Hovl a nd si possono poi fa r di sc e nde re due fi l oni pri nc i pa l i di ri c e rc a . Il pri m o fi l one sost i e ne c he se si vuol e c onvi nc e re una pe rsona a fa re qua l c osa oc c orre e sporl e ne l m odo m i gl i ore un c e rt o ra gi ona m e nt o, pre se nt a ndo l a va l i di t à di que l l a posi z i one . Il se c ondo fi l one i nve c e ri t i e ne c he i c om port a m e nt i de l l e pe rsone possono e sse re i nfl ue nz a t i i n m a ni e ra e ffi c a c e sol o se si a t t i va una sort a di a ut o- pe rsua si one . L a di ffe re nz a pri nc i pa l e t ra l a nost ra e poc a e que l l e pre c e de nt i ri si e de ne l m odo i n c ui si i st rui sc ono i c i t t a di ni ri gua rdo l a pe rsua si one . Que st 'ul t i m a , i n pa ssa t o, e ra pa rt e i nt e gra nt e de l l 'e duc a z i one di ogni i ndi vi duo, i n qua nt o c onsi de ra t a un'a bi l i t à i ndi spe nsa bi l e . Oggi , a l c ont ra ri o, sono m ol t o poc hi c ol oro c he ha nno c om pi ut o st udi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

persuasione
influenza
imitazione
euristica
riprova sociale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi