Skip to content

Modalità di presentazione della dichiarazione dei redditi

Quanto alle modalità di presentazione, la disciplina originaria prevedeva il ricorso ai metodi tradizionali di trasmissione dei documenti: la consegna ovvero la spedizione a mezzo di posta.
A decorrere dal 1997, la disciplina è stata sensibilmente innovata introducendo la possibilità di effettuare la trasmissione attraverso le tecniche rese disponibili dalla telematica con il duplice obiettivo di semplificare gli adempimenti del contribuente e di accelerare e migliorare il processo di acquisizione dei dati contenuti in dichiarazione da parte dell’amministrazione finanziaria.
Inizialmente, la trasmissione telematica fu circondata da alcune cautele: in particolare, riconoscendosi solo ad alcuni soggetti l’abilitazione ad effettuare la materiale trasmissione per via telematica.
Tale sistema è andato perfezionandosi nel tempo e l’attuale disciplina prevede che le società di capitali, gli enti commerciali e, più genericamente, tutti i soggetti obbligati alla dichiarazione IVA debbono presentare la dichiarazione in via telematica direttamente o per il tramite di un intermediario abilitato.
Gli altri soggetti possono ancora presentare la dichiarazione redatta manualmente o su supporto informatico tramite ufficio postale o sportello bancario convenzionato, i quali rilasciano al contribuente una apposita ricevuta di presentazione.
La dichiarazione deve essere presentata, per le persone fisiche, entro il 31 luglio di ciascun anno successivo a quello cui la medesima si riferisce.
Le dichiarazioni presentate entro 90 giorni dalla scadenza del termine sono valide a tutti gli effetti, salva l’applicazione delle sanzioni pecuniarie per omessa dichiarazione ridotte a ⅛ del minimo; le dichiarazioni che, viceversa, siano state presentate con ritardo superiore a 90 giorni sono considerate omesse a tutti gli effetti, pur costituendo titolo per la riscossione delle imposte dovute in base agli imponibili indicati.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.