Skip to content

Costi di transazione - earn out - attualizzazioni

- I costi di transazione, che non sono il prezzo di acquisto, ma costi accessori (transaction costs): sono generalmente spesati a conto economico nell'esercizio in cui sono sostenuti. Mentre in precedenza si diceva che questi costi, in quanto costi accessori diventavano maggior goodwill. - Gli earn out (c.d. contingent considerations), ossia i pagamenti differiti basati su indicatori di performance (EBITDA, NOPAT e simili) sono immediatamente considerati e contabilizzati, seppur sulla base di stime, nel prezzo di acquisizione, in contropartita di attività e passività acquisite (o avviamento).
- Qualsiasi differenziale tra la stima iniziale di tali earn out e l'effettiva quantificazione finale del prezzo dovuto deve essere imputato al conto economico dell'esercizio in cui è identificata la variazione di stima e non viene dunque più iscritto a rettifica dell'avviamento.
- Qualsiasi pagamento differito nel tempo (deferred considerations);deve essere attualizzato utilizzando un opportuno tasso di sconto. Gli interessi passivi che maturano dopo la data di acquisizione sono iscritti a conto economico in contropartita dell'aumento della passività.
- Talvolta le pattuizioni connesse all'acquisizione di un business includono anche accordi per remunerare gli ex proprietari / manager della società che restano in società per un successivo periodo. Il valore di tale retribuzione va separato ed escluso dal prezzo pagato per l'acquisto del business ed iscritto a conto economico in relazione alla durata dei servizi resi.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.