Skip to content

Periodo d'imposta e imputazione dei componenti di reddito


Il reddito assume rilievo come reddito di un determinato periodo di tempo, che è tecnicamente denominato “periodo d'imposta”.
Per le persone fisiche, il periodo d'imposta è l'anno solare; per le società, esercizio sociale. Vi possono però essere interruzioni: ad esempio, in caso di morte della persona fisica. Per le società il periodo d'imposta cessa in caso di trasformazione, fusione, scissione, liquidazione.
Ad ogni periodo d'imposta corrisponde un'obbligazione tributaria autonoma e si correlano una molteplicità di obblighi formali e sostanziali (dichiarazione, versamenti, ecc).
Per la determinazione dell'obbligazione tributaria di un dato periodo d'imposta, rilevano i fatti che si verificano in quel periodo. Per la maggior parte dei redditi, rileva il momento in cui il reddito è percepito (principio di cassa); per i redditi d'impresa, vige il c.d. Principio di competenza, in forza del quale i costi e i proventi vanno imputati al periodo di maturazione, a prescindere dal pagamento e dall'incasso.
Tratto da DIRITTO TRIBUTARIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro