Skip to content

L'aumento nominale del capitale sociale

L'aumento nominale (o gratuito) del capitale sociale è posto in essere dall'assemblea straordinaria imputando a capitale le riserve o gli altri fondi iscritti al bilancio in quanto disponibili (non determina perciò alcun incremento del capitale sociale).
Il passaggio a capitale di riserve e fondi disponibili comporta che la società non può più disporre a favore dei soci dei corrispondenti valori del patrimonio netto.
Può essere attuato o aumentando il valore nominale delle azioni in circolazione o mediante l'emissione di nuove azioni (devono essere assegnate gratuitamente agli azionisti in proporzione di quelle già possedute).

Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Alexandra Bozzanca
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Diritto dell'Impresa

Appunti esaustivi per l'esame di - Diritto Commerciale - Vengono affrontati e definiti i temi dell’Impresa, della pubblicità, dell’azienda, del diritto d’autore e della concorrenza.