Skip to content

Il processo esecutivo in base al ruolo dell'amministrazione finanziaria

Il processo esecutivo che l’amministrazione finanziaria è legittimata ad esperire soggiace ad alcune regole peculiari le quali conferiscono ad esso una spiccata connotazione di specialità rispetto all’ordinario processo esecutivo disciplinato dalle norme del codice civile e del codice di procedura civile.
Venendo alla disciplina della procedura esecutiva di cui trattasi, ci limitiamo a rammentarne i punti essenziali:
a. il concessionario procede all’espropriazione forzata quando è inutilmente decorso il termine di 60 giorni dalla notificazione della cartella di pagamento.
Se l’espropriazione non è iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento, l’espropriazione stessa deve essere preceduta dalla notifica di un avviso che contiene l’intimazione ad adempiere;
b. gli atti del procedimento di esecuzione sono depositati, a cura dell’agente della riscossione, nella cancelleria del giudice dell’esecuzione nel termine di dieci giorni dalla vendita.
Se nell’esecuzione non sono intervenuti altri creditori aventi diritto ad essere soddisfatti con preferenza o in via concorrente rispetto all’agente della riscossione, ovvero se la somma ricevuta è sufficiente a soddisfarli integralmente, il giudice dell’esecuzione autorizza l’agente a trattenere l’ammontare del suo credito, depositando in cancelleria l’eventuale eccedenza, ovvero, se non sono intervenuti altri creditori, restituendola al debitore;
c. come già rilevato, sono ammesse le opposizioni all’esecuzione, agli atti esecutivi e di terzi;
d. salvo il potere del giudice dell’esecuzione di sospendere il processo esecutivo, chiunque si ritenga leso dall’esecuzione può proporre azione contro l’agente della riscossione soltanto dopo il compimento dell’esecuzione stessa ai fini del risarcimento dei danni.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.