Skip to content

Definizione di stress


Definizione e storia: l’opera di Seyle
Parola che deriva dal latino strictus (stretto, serrato, compresso)
Nel XVII sec usato con significato di difficoltà, avversità, afflizione
Nel XVIII/XIX sec: forza, pressione, tensione, sforzo, sovraccarico

1° definizione: lo stress indica qualcosa che non funziona nel nostro organismo (mente e corpo) e ciò dipende da un sovraccarico di stimoli da pressioni ambientali che comportano un’usura e uno scompenso psicofisico.

Qualsiasi tipo di stimolo può diventare uno stressor: una reazione atta a ripristinare l’adattamento con l’ambiente; ogni tipo di stimolo +/- costringe il nostro organismo ad nuovo adattamento; lo stress funziona come segnale d’allarme che scatta quando qualcuno o qualcosa turba il nostro equilibrio.
Seyle: SGA = Sindrome Generale di Adattamento o stress, anni 40
Insieme delle reazioni aspecifiche provocate nell’organismo dall’azione, più o – prolungata, di diversi fattori nocivi; tali reazioni hanno la funzione di permettere all’organismo di adattarsi alla nuova condizione e di superarla.
Si collega a Cannon: definisce il concetto di omeostasi: l’organismo tende a mantenersi in equilibrio (non è statico, ma dinamico), quando intervengono fattori esterni/interni che alterano il livello omeostatico sono attivate delle risposte orientate a ripristinare il precedente equilibrio.

Tratto da STRESS E BURNOUT di Antonella Bastone
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro