Skip to content

Responsabilità del consiglio di amministrazione con riferimento al controllo interno

Il Consiglio di Amministrazione valuta l’adeguatezza del sistema di controllo interno rispetto alle caratteristiche dell’impresa. Il CdA assicura le proprie valutazioni e decisioni relative al sistema di controllo interno, all’approvazione dei bilanci, ai rapporti tra l’emittente e il revisore esterno, siano supportate da un’adeguata attività istruttoria.
L’attività istruttoria nei temi di controllo e informazione è demandata al COMITATO PER IL CONTROLLO INTERNO, che è un gruppo selezionato di amministratori con determinate caratteristiche: sono amministratori non esecutivi la maggioranza dei quali indipendenti (perché sono temi delicati).
Se la quotata controlla un’altra quotata tutti i componenti del Comitato per il Controllo della controllata da quotata devono essere indipendenti.
Almeno un componente del Comitato ha competenze contabili finanziarie in azienda.
Il Collegio Sindacale è nominato dall’assemblea.
Il Comitato per il Controllo interno è nominato dal Consiglio di Amministrazione e ad esso si deve rivolgere per riferire sul suo operato (non all’assemblea).
Il Comitato è composto da un gruppo scelto di amministratori indipendenti con determinate caratteristiche che affronta temi delicati.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.